Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Serata benefica al Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini

Anticipando di qualche giorno soltanto l'arrivo ufficiale della primavera, il Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini ha organizzato nella Sala ricevimenti della Parrocchia di Parabiago la serata dedicata alla raccolta fondi ma anche allo stare insieme con armonia e serenità per raggiungere uno scopo comune: il servizio.

I Lions, che festeggiano a livello internazionale i 100 anni dalla fondazione ed a livello locale già i dieci anni, hanno il preciso compito di evidenziare i problemi, calare su di essi come falchi non per ghermire bensì per risolvere, portando all'attenzione della cittadinanze e delle autorità locali la problematica senza dimenticare di fornire la probabile soluzione.

Certo questo principio di base viene applicato con più modalità di esecuzione, e ieri sera il presidente Enrico Clerici ha subito precisato che «questa sera siamo qui per aver modo di raggiungere alcune famiglie che ci sono state segnalate direttamente dai veterinari della zona terremotata del centro Italia perchè il Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini considera l'aiuto specifico alle piccole attività imprenditoriali legate all'allevamento di pochi animali come la cellula di rinascita dell'intero territorio, quindi siamo e siete chiamati a dare una mano per supportare l'inizio semplice ma continuo della rinascita».

Dopo l'inizio ufficiale della serata con saluti all'IPDG Salvo Trovato, al Do Francesca Fiorella, al primo vice Franco Guidetti, al Do Carmen Borzone. al RC Giacomo Mariscalco, "si sono aperte le danze" con la degustazione di cibi a chilometro zero, in quantoi salumi sono stati offerti e sponsorizzati dalla Vi & Vi di Vignati (Parabiago), i formaggi dalla ditta Amaltea (San Vittore Olona) e la polenta macinata a pietra dall'Associaizone Olona Viva, che ha collaborato con le volontarie dell'Oratorio, nella persona del loro presidente Davide, anche alla preparazione del piatto forte: cinghiale in umido seguito da gorgonzola abbiatense.  

I quasi duecento presenti hanno avuto poi modo di partecipare direttamente al momento più vivo della serata con la lotteria condotta dal segretario del Club che ha portato i saluti del DG Carlo Massironi altrove impegnato istituzionalmente e ringraziato per la presenza veramente numerosa dei cittadini e per la generosità degli sponsor a partire dalla Gioielleria Andrea Paternostro, per arrivare alla Pellicceria Norberto Albertalli, alla società Mimoska, alla società Amaltea, alla Vi & Vi di Vignati Gianluigi, alla società Caffematic, all'Arval, alla società Fedecarl, alla società Rigamonti Pellami, al Concessionaria Piva, alla Isoall, alla società Cozzi Casa, a La Primavera, al Calzaturificio Italo Colombo, Immagine abbigliamento, Bar Primo Caffè, Centro Estetico La Perla, Centro estetico Belloni, Centro estetico Lucia, Ferrario Abbigliamento, L'estetica del civico 18, Gar confezioni, Parrucchiere il Tempio, Farmacia San Michele, Calzaturificio Nebuloni Eugenio, Fratelli Rosana.

A conclusione, in un crescendo di applausi per i vincitori dei due premi più importanti, è stata scattata la classica foto ricordo che ha immortalato il vice sindaco Adriana Nebuloni aggiudicataria del giubbino offerto dalla Pellicceria Albertalli e la signora Repossini Giovanna, assidua partecipante alle lezioni Uate Riale, fortunata vincitrice dell'orologio targato Andrea Paternostro gioielleria.

Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini