Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Lo sport, seconda famiglia per Pierino Cavalleri

Vanossi Valeria, Garavaglia Renata, Ripamonti Ivana, Scazzosi Eleonora , Cavalleri Tiziana , Viviani Livia, Oldani Eliana, Raimondi Silvana, Ileana Datterini , Cresta Maria Grazia in visita a Pierino Cavalleri


Il giusto e doveroso tributo verso un uomo, Pierino Cavalleri, che ha fatto dello sport la sua ragione di vita ed in particolare del ciclismo e del basket, una sua seconda famiglia.

Di Pierino si sa tutto o quasi, del ruolo da lui ricoperto in seno all’Unione Sportiva Legnanese, dove ha svolto il ruolo di segretario per molti anni, un po’ meno conosciuto ma altrettanto importante il suo impegno nell’ambito cestistico, avendo fondato nel lontano dicembre del 1971 il Basket Carroccio femminile.

Il basket femminile a Legnano ha radici lontane e i ricordi sono ricchi di gloria e vittorie.

Dopo la seconda guerra mondiale, nasce il Basket Femminile BERNOCCHI, la prima squadra femminile di Legnano che ha il suo momento di splendore a cavallo degli anni 1940/1950. Nel 1946 gioca la prima finale scudetto persa contro Venezia, ma l’anno successivo è campione d’Italia per la prima volta nella sua storia. L’anno successivo le Legnanesi si concedono il bis contro Roma. Seguono anni di grande pallacanestro per le ragazze Legnanesi, sempre nei primi posti della classifica nella massima serie. Nel 1954 e 1955 Legnano è ancora campione d’Italia, due scudetti che chiudono un decennio ricco di soddisfazioni: 4 scudetti e 4 secondi posto dal 1945 al 1955.

Qui si interrompe la storia della Bernocchi per motivi legati soprattutto alla mancanza di impianti idonei a Legnano e solo dopo oltre 15 anni il basket femminile riapre i battenti con l’iniziativa di Pierino Cavalleri che, nel ruolo di presidente, fonda il Basket Carroccio, avvalendosi della collaborazione di numerosi dirigenti, tra i quali citiamo Neutralio Frascoli, Roberto e Virgilio Pogliana, Giuseppe Gialdini, Sauro e Vittoria Bugatti, Teobaldo Giani, Walter Lampugnani, Umberto Morelli, Giacomo Moroni, Giulio Musazzi, Franco Pinciroli, Guerino Praussello, Paolo Savioni, Giancarlo Villa ed infine Adelio Tessari nel ruolo di allenatore.

Si partì con il campionato di 1^ divisione, il campo di gioco le scuole Mazzini, le atlete erano tutte giocatrici del legnanese ed in pochi anni il Basket Carroccio arrivò a disputare la serie C, conseguendo ottimi risultati alla fine degli anni 70 fino ai primi anni 80.

Di quella squadra ne facevano parte alcune giocatrici che, a distanza di molti anni, hanno voluto fare la classica rimpatriata, andando a trovare l’oramai novantunenne Pierino Cavalleri, Queste le componenti di quelle che erano “le sue ragazze” e che nel corso della serata hanno riesumato ricordi non ancora del tutto sbiaditi: Vanossi Valeria, Garavaglia Renata, Ripamonti Ivana, Scazzosj Eleonora, Cavalleri Tiziana, Viviani Livia, Oldani Eliana, Raimondi Silvana, Ileana Datterini, Cresta Maria Grazia.

Sergio La Torre

(Sergio La Torre)