Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Orizon, Barretta e Bagnasco "volano" agli Europei in Romania

Il maestro Barretta e l'allievo Bagnasco staccano il pass per gli Europei in Romania i Campionati italiani assoluti di specialità Kato e  Agon  di Pankration (misto tra lotta e box). L'Orizon di Olcella, oltre alle 4 medaglie nazionali, festeggia anche il suo sesto allenatore Alessandro Pantè diplomatosi a pieni voti come allenatore di Pankration. 

Ottima prestazione per Gabriele Bagnasco che per la prima volta ha partecipato a una competizione così importante. Di fatto i Campionati Italiani è stata la sua seconda uscita con un anno di pankration con il maestro Barretta. Il talentuoso 19enne si è "laureato" nel Kato come campione Italiano assoluto con 3 incontri disputati. 

Il maestro Barretta, invece, tornato di nuovo in gioco ha portato a casa un altro titolo italiano nel Kato sempre superlativo per la sua esperienza. Sia Bagnasco che Barretta hanno guadagnato la finale dell'Agon (contatto pieno) ai punti vendendo cara la pelle e portando altri due argenti per un totale di 4 medaglie nazionali. 

Con questa gara entrambi hanno conquistato l'ultimo pass per la Convocazione agli Europei che si terrano in Romania ad ottobre. «Non ci sono parole che possa esprimere per questa esperienza, Gabriele è un ragazzo giovane umile  e carico di voglia e di aspettative, si è allenato tanto - afferma il maestro Barretta -.  Con i sacrifici i risultati arrivano. Credevamo in questo titolo, meritatissimo, la strada tracciata è quella giusta, siamo orgogliosi di avere un ragazzo come lui, anche se fosse arrivato secondo, sarebbe stata una vittoria... farsi 1000 km per una gara con le spese che ci sono e confrontarsi con gli altri non è da tutti».

Nel contempo Pante' è stato promosso allenatore con la lode e i complimenti della commissione nazionale. «Alessandro nonostante gli impegni familiari con tre bambini piccoli e a volte lavorando fino alle 8 di sera è sempre presente alle lezioni - commenta entusiasta Barretta -. È un esempio  per tutti! Ha portato a termine un esame strepitoso dimostrando di essere preparatissimo. Ha ricevuto solo complimenti per il lavoro svolto in questi mesi. Di fatto è un altro allenatore in Lombardia il sesto della nostra società. Direi che stiamo decisamente crescendo, ed ogni anno cerchiamo di migliorare gli obiettivi e soprattutto far conoscere la nostra disciplina che è la storia dello sport trasmettendo tanta passione»

Importanti gli obiettivi fissati per la nuova stagione il primo fra tutti è quello di «organizzare un Campionato italiano in Lombardia - spiega il maestro Barretta - per mettere in evidenza la disciplina e portare più ragazzi agli italiani e perché no avere più convocati per i prossimi Europei e Mondiali. Ringrazio gli sponsor che ci supportano sempre. Il vincente trova sempre la strada il perdente la scusa».