Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Impianto biogas: presidio in via Novara

Sabato 7 maggio, dalle 9 alle 13, l’Assemblea No Biogas sarà presente con un presidio in Via Novara 250 per manifestare il proprio dissenso alla realizzazione, proprio in quel luogo, dell’ “Impianto per la produzione di energia elettrica alimentato da fonti rinnovabili (biogas da FORSU)” , «un vecchio progetto riesumato e oggi fortemente voluto da AMGA e Amministrazione Comunale».

«Un impianto pericoloso - spiega il comitato Assemblea No Biogas Via Novara -  che nulla ha di ecologico, che distrugge materia organica per estrarne quantità risibili di energia, che porterà nuovo inquinamento in un territorio tra i più critici d’Europa, proprio nel cuore del Parco agricolo Altomilanese e a poche centinaia di metri dall’Ospedale, senza che nemmeno sia stato sottoposto a Valutazione di Impatto Ambientale. Un impianto che serve solo agli interessi di progettisti e costruttori, pensato  per portare a casa gli incentivi statali pagati dai tutti i cittadini nella bolletta energetica e i cui costi graveranno per i prossimi anni sui portafogli dei legnanesi.

Ci sono altri modi per affrontare il problema dei rifiuti, più economici e rispettosi dell’ambiente e della salute dei cittadini!  Per questo invitiamo tutti i cittadini di Legnano e del circondario, che hanno a cuore la salute e l’ambiente, a venire al presidio in Via Novara, dove sarà anche possibile acquisire tutte le informazioni sul progetto e confrontarsi con l’Assemblea No Biogas». Qui l'articolo: Tamino: "Il compost si puà fare senza inquinare"

Qui l'articolo relativo all'ultima presentazione in commissione consiliare: Impianto di via Novara, verso la produzione di bio-metano.

 

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI