Quantcast

PalaParma: senza docce la Federazione nega l’omologazione

La rabbia del presidente Tajana: "Cosa aspettate a sistemare l'impianto? Ci vietano di giocare"

Palazzetto di via Parma a rischio chiusura totale già a partire da gennaio. Dopo la nuova multa per le docce fredde, è arrivato l'ultimatum della Federazione. Se alla prossima partita (6 gennaio) il problema non sarà risolto, verrà tolta l'omologazione per le gare del Legnano Basket Knights. Pericolo quindi davvero totale di una chiusura dell'impianto a danno della società biancorossa.

Il grido di Marco Tajana si è fatto sentire oggi più che mai disperato: " La situazione e’ diventata intollerabile sia dal punto di vista di immagine che economico, dato che siamo a circa 700 euro di multa – afferma il presidente dei Knights – . Al di la’ di ogni valutazione siamo di fronte al fatto che visto il perdurare del problema, la Fip a questo punto ci toglie l’omologazione del campo e non potremo piu’ giocare nessuna partita.  Io non capisco cosa si stia aspettando per intervenire. Comunico che tratterro’ da quanto dovuto l’importo pagato e mi riservo di tutelare la mia società’ nelle opportune sedi".

[pubblicita]       Tajana segnala inoltre che "la temperatura all'interno de palazzetto ora è corretta tra i 22 e i 24 gradi. Rimane purtroppo il problema delle luci, ma soprattutto quello delle docce. Se la FIP toglierà l'omologazione del campo per tutti i campionati fino a giugno, momento di una nuova verifica, questo sarebbe ovviamente un danno per la nostra società, ma anche per il Basket Canegrate che gioca sullo stesso campo e che recentemente, ha avuto un'ammonizione. Bisogna intervenire immediatamente per evitare questa grave situazione che danneggerebbe le due società, il comune e le istituzioni, con ancora più di 60 partite da giocare da dicembre a maggio".

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 11 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore