Finale di Stagione al Facchinetti con progetti su disabilità e tecnologia

Questo anno scolastico così particolare avrà un finale carico di emozioni per gli alunni del corso informatici del "Facchinetti" di Castellanza

esterni facchinetti

Questo anno scolastico così particolare, per gli alunni del corso informatici del “Facchinetti” di Castellanza, avrà un finale carico di emozioni. Un gruppo di circa 50 ragazzi guidati dalla prof.ssa Valentina Corbetta e dal prof. Loris Pagani hanno lavorato ad un progetto sul tema della disabilità e tecnologia affrontando diverse tematiche e aspetti. I ragazzi hanno costruito un videogame per far giocare a ping pong vedenti e non vedenti ed un sistema per aiutare un compagno di scuola nell’utilizzare il computer per studiare e fare videogame oltre ad un robot in grado di sollevare una sedia e muoversi per l’istituto guidabile a distanza utilizzando gli occhi, per ora è solo un gioco ma in futuro potrebbe diventare un valido aiuto.

Questo progetto, presentato dagli studenti Alessando Crespi (4 inf A), Tommaso Toaiari (4 inf B) e Alessandro Biaggi (5 inf A) ha vinto il Premio Scuola Digitale Provincia di Varese e il 5 Giugno, alle 10,30, disputerà la finale regionale online insieme a tutte le squadre vincitrici delle diverse province. A presentare questa volta saranno Michele Quaranta (4 inf A) e Simone Provasio (4 inf B) con il difficile compito di far comprendere alla giuria il lavoro svolto avendo a disposizione solo 2 minuti di tempo, anima del progetto che guarderà dalla “panchina” è Alessandro Dubini che sarà il prossimo a presentare in caso il progetto dovesse passare alla finale nazionale.

Cinque di loro (Giovanni Biaggio, Zahid Hossin , Luca Pedrotti, Tommaso Dario Toaiari e Veronica Viceconti) si sono concentrati sulla progettazione di un’app per smartphone per aiutare disabili motori nel quotidiano partecipando alla competizione Samsung “letsapp” e il 4 giugno, alle 15, disputeranno la finale nazionale dopo essere stati selezionati tra 538 scuole per loro il podio è assicurato ma loro si stanno preparando alla sfida finale cercando di salire sul gradino più alto.

Corpo del progetto i ragazzi del gruppo di robotica AURAT:
4 inf A
Crespi Alessandro, Da Lisca Andrea, Echeverria Joe, Fiorattini Fabio, Faraci Denis, Galliano Andrea, Quaranta Michele, Spreafico Andrea, Turra Marco, Vita Andrea

4 Inf B
Biaggio Giovanni, Corradini Luca, Dubini Alessandro, Hossain Zahid, Pedrotti Luca, Provasio Simone, Toaiari Tommaso Dario, Viceconti Veronica

Notevole il contributo di Hasani Xherito e la sua classe 1GI, e quello dei ragazzi delle quinte informatici che hanno supportato nella fase iniziale il progetto.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore