Quantcast

Elezioni a Legnano, La Sinistra ha scelto, il centrodestra anche… anzi no, i civici litigano

Giornata calda quella pre-elettorale legnanese e non solo per il caldo. Da destra a sinistra, passando per i "civici", ce n'è per tutti

elezioni comunali 2020

Giornata calda quella pre-elettorale legnanese e non solo per il clima estivo. Insomma, sempre più prossimi alla decisione del governo sulla data delle elezioni, da tutti indicata per il fine settimana del 2o-21 settembre, in città le varie coalizioni scaldano i motori. Da destra a sinistra, passando per i “civici”, oggi ce n’è per tutti.

Il tam-tam partito in mattinata sul nome dell’avv. Maira Cacucci, esponente di Fratelli d’Italia, già assessore della Giunta Fratus e attuale assessore a Rozzano, ma anche legale di Gianbattista Fratus nel processo “Piazza Pulita”, indicato come quello del leader del centrodestra, adagio adagio ha perso di vigore. In serata, è così tornato il medico Piermarco Locati in piena corsa, ma la riunione che avrebbe dovuto decidere, non ha deciso ancora nulla.

La decisione di inserire un partito in una compagine tutta “civica” sta agitando la coalizione che fa capo all’avv. Franco Brumana e al Movimento dei cittadini. Sabato prossimo, 27 giugno, Italia Viva x Legnano ufficializzerà l’adesione al progetto del legale legnanese. Un annuncio che ha subito trovato il dissenso di quella parte del gruppo che non vuole perdere la natura “civica” di cui si è sempre vantato per unicità e originalità sul territorio. Se conosciamo un minimo l’avv. Brumana, contestazioni queste che gli scivoleranno addosso senza alcuna retromarcia: «Italia Viva si è manifestata oggi, ma l’adesione risale nel tempo – un suo commento-. Sono felice della loro scelta. Hanno condiviso in pieno il nostro programma e sono i benvenuti».

In serata l’indiscrezione, infine, sul nome del candidato della Sinistra – Legnano in Comune, che ha manifestato l’idea di presentarsi con una propria lista senza legami con gruppi del centro-sinistra oppure di carattere ambientalista. Dovesse essere davvero Lucia Bertolini, avremo la prima donna contendere tra tanti uomini la poltrona di sindaco. Diciamola tutta, almeno una quota rosa ci voleva.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore