Comitato Giudice di Pace: Vengo anch’io in Consiglio? No, tu no!

L'avv. Brumana non parlerà al consiglio comunale aperto: «Il sindaco e le "Guardie di Palazzo" mi hanno escluso»...

Ci saranno gli avvocati dell'ALIA (Avvocati legnanesi in associazione), ma non quelli aderenti al Comitato Pro Giudice di Pace al consiglio comunale aperto di lunedì prossimo.

E, così, già nel pomeriggio la reazione dell'avv. Franco Brumana si è fatta subito sentire: "Il sindaco e le "Guardie di Palazzo" che si sono strette a lui – scrive in un comunicato il legale legnanese – hanno voluto escludere il Comitato, che ha promosso la mobilitazione per il Giudice di Pace, che ha cercato con argomentazioni razionali di convincere il sindaco a promuovere gli interessi di Legnano e che ha analizzato e studiato nei suoi vari aspetti la questione svelando puntualmente le contraddizioni, le incongruenze, le assurdità ed i pretesti di chi non ha mai voluto il Giudice di Pace, ma non aveva il coraggio di dirlo pubblicamente".

"Il Comitato – conclude Brumana – lascia ai cittadini ogni valutazione sul comportamento del sindaco e delle sue "Guardie di Palazzo", che si sono assunte insieme a lui la responsabilità di avere rifiutato il Giudice di Pace e che ora manifestano la paura di un confronto leale nel Consiglio comunale aperto".

Di seguito, punto per punto, le osservazioni del Comitato sull'ordine del giorno della Maggioranza.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Luglio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore