Quantcast

A Sant’Ambrogio a Legnano tornano all’antico splendore le immagini di San Biagio e Sant’Ilario

Anche in questa circostanza i lavori sono stati eseguiti dagli allievi della Accademia di Brera e diretti da Riccardo Ciapparelli, incaricato dalla Fondazione Gatta Trinchieri che ha sostenuto i costi del progetto

Anche se solo momentaneamente, è stata riaperta la chiesa di Sant’Ambrogio, la più antica di Legnano, proprio nel giorno in cui la nostra diocesi celebra Ambrogio Vescovo. L’occasione è stata data dalla fine dei lavori di restauro che hanno ridato l’antico splendore alle immagini dei santi Biagio e Ilario, dopo che nel  gennaio 2019 era stato già riconsegnato alla città l’affresco dedicato a Sant’Ambrogio a cavallo, opera dei fratelli Lampugnani.

Galleria fotografica

Chiesa S.Ambrogio a Legnano, seconda fase del restauro 4 di 10

Come nel primo step dei restauri, anche in questa circostanza i lavori sono stati eseguiti dagli allievi della Accademia di Brera e diretti da Riccardo Ciapparelli, incaricato dalla Fondazione Gatta Trinchieri che ha sostenuto i costi del progetto.  E’ stato il presidente Norberto Albertalli a ricordare l’impegno intrapreso dalla Fondazione, sostenuta in questo dalla contrada S.Ambrogio e da alcuni operatori locali come l’impresa costruzioni Monaci, l’Hotel 2C, la Fondazione Ticino Olona e il Collegio dei capitani e delle contrade, il cui contributo è stato fondamentale per la riuscita e per avviare un terzo percorso di restauri, il cui inizio è previsto nel prossimo mese di gennaio.

Mentre il restauro del primo affresco era stato promosso dal Collegio dei capitani e delle contrade, i nuovi progetti hanno come principale interlocutore la parrocchia San Magno, presente con mons. Angelo Cairati, particolarmente impegnata nella protezione delle proprie chiese, come dimostrano i lavori per sistemare le parti esterne della Basilica attraverso il progetto “Anch’io S.Magno” e del Santuario della Madonna delle Grazie.

La festività di S.Ambrogio ha avuto protagonista anche la contrada gialloverde che proprio in questa occasione ha sempre festeggiato la propria reggenza. Nella messa celebrata dal cappellano di contrada, don Patrizio Croci, è stato propria ricordata la sobrietà della cerimonia di quest’anno che ha visto comunque i contradaioli festeggiare il gran priore Sabrina Marra, il capitano “anziano” Remo Bevilacqua e la castellana Silvia Mocchetti. 

Messa e festeggiamenti che hanno visto la partecipazione, tra gli altri, dell’assessore al Palio, Guido Bragato, alla sua prima uscita pubblica.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Chiesa S.Ambrogio a Legnano, seconda fase del restauro 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore