Quantcast

“Verifica Stralcio”, il servizio per controllare se i debiti sono stati eliminati

È il servizio web messo a disposizione dall'Agenzia delle entrate-Riscossione per consentire ai contribuenti di controllare se i debiti nei confronti del Fisco siano stati realmente eliminati

Fisco e tasse

Verifica Stralcio”. È il servizio web messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate-Riscossione per consentire ai contribuenti di controllare se i debiti nei confronti del Fisco siano stati realmente eliminati. Ad essere interessati sono i contribuenti che hanno debiti al di sotto del 5mila euro, cassati con condono fiscale. Il servizio potrà essere utilizzato da tutti coloro che hanno beneficiato della rottamazione delle cartelle esattoriali con il saldo a stralcio o la cosiddetta Rottamazione ter. A questo si aggiunge la possibilità di richiedere o scaricare direttamente online i bollettini delle rate della definizione agevolata delle cartelle è stato arricchito con nuove funzionalità per consentire ai contribuenti che hanno un piano di pagamento ripartito in più di 10 rate di ottenere gli ulteriori moduli da utilizzare per il versamento dall’undicesima rata in poi.

VERIFICA STRALCIO: REQUISITI E INFORMAZIONI
A seguito dell’effettivo annullamento dei carichi di importo inferiore a 5 mila euro previsto dal decreto sostegni (DL n. 41/2021), effettuato entro il 31 ottobre 2021, è stato aggiornato anche il servizio “Verifica Stralcio”. Con l’utilizzo di tale servizio, anch’esso disponibile in area pubblica del sito internet di Agenzia delle entrate-Riscossione, è ora possibile conoscere se i carichi contenuti nel proprio piano di definizione agevolata sono stati effettivamente annullati, ricorrendone i requisiti previsti dalla legge (compresi quelli reddituali), oppure esclusi dall’annullamento. Nel primo caso, laddove venga riscontrata la presenza di carichi annullati, con lo stesso servizio è possibile chiedere l’invio dei bollettini da utilizzare per il pagamento al netto dei debiti oggetto di annullamento.

Ricordiamo brevemente che la condizione prevista per l’annullamento dei debiti riferiti a persone fisiche è che, nel periodo d’imposta 2019, sia stato conseguito un reddito imponibile ai fini delle imposte fino a 30 mila euro mentre, a soggetti diversi dalle persone fisiche, che nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2019, sia stato conseguito un reddito imponibile ai fini delle imposte fino a 30 mila euro.

RICHIESTA BOLLETTINI PER LA ROTTAMAZIONE-TER
Il servizio permette comunque di ottenere la copia della comunicazione delle somme dovute e dei moduli di pagamento relativi alle prime dieci scadenze. Per utilizzare il servizio, disponibile senza necessità di pin e password nelle pagine del sito internet www.agenziaentrateriscossione.gov.it dedicate alla “Rottamazione-ter” e al “Saldo e stralcio”, basta inserire il proprio codice fiscale e la documentazione prevista per il riconoscimento e si riceverà copia della comunicazione con gli ulteriori bollettini all’indirizzo email indicato, mentre nell’area riservata del sito internet, a cui si accede con le credenziali Spid, Cie e Cns, è possibile scaricarli direttamente. In ogni caso, si segnala che nei mesi di settembre e ottobre 2021 Agenzia delle entrate-Riscossione ha comunque inviato ai contribuenti interessati i moduli da utilizzare per il versamento dall’undicesima rata in poi della “Rottamazione-ter” nella tradizionale forma cartacea.

Come precisano dall’Agenzia dell’Entrate le comunicazioni con i «bollettini delle rate successive alla decima non sono state prodotte per quei piani che sono già decaduti dai benefici della misura agevolativa per il mancato pagamento delle rate che erano in scadenza nell’anno 2019 e per coloro che già avevano richiesto con il servizio “Conti Tu” o con il servizio “Verifica stralcio” la rimodulazione delle somme da pagare ottenendo già i bollettini da utilizzare per tutte le rate del piano della definizione agevolata».

“Fisco e tasse in pillole” la rubrica per aggiornare i lettori sulle scadenze e le novità relative al mondo fiscale e tributario con la consulenza dei commercialisti dello “Studio Penati” di Legnano

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore