Canegrate: in soli due giorni venti sanzioni e una denuncia

Aumentano i contagi, il vice sindaco Modica: «Quest’aria allegrotta, che ha portato a venti sanzioni e una denuncia, non ci piace» I CONSIGLI DELLA LEGA LEGNANO AL COMMISSARIO STRAODINARIO MANCANZA BOMBOLE D'OSSIGENO: CHI NON LE USA LE RICONSEGNI

In soli due giorni venti sanzioni e una denuncia per violazione delle misure di contenimento. È quanto registrato dalla Polizia Locale di Canegrate durante i controlli sul territorio effettuati nel fine settimana. Numeri che preoccupano il vice sindaco Matteo Modica che ha commentato: «Siamo contro corrente. Quest’aria allegrotta, che ha portato a venti sanzioni e una denuncia non ci piace».

A tutto questo si aggiunge l'incremento di persone contagiate (29 canegratesi positivi, 2 decessi e
38 persone in quarantena obbligatoria), un dato negativo per l'amministrazione che conta nel suo Comune 12.661 abitanti. «Altro che il 4% scarso di cui si parla a livello nazionale all'inizio della pandemia – dichiara Modica -. Questa malattia è una brutta bestia, ha già fatto più di 15mila morti ed è una tremenda fatica da affrontare, anche nei casi migliori. Lo testimonia il nostro sindaco. Troppe situazioni non ci piacciono: chi va al supermercato per acquistare una sciocchezza; chi girella a vuoto in allegria. Ai giovani superficiali che dicono “è un problema dei vecchi” ricordiamo tutte le persone per niente anziane e in ottima salute abbattute dal male. Ai genitori che lasciano i loro figli scorrazzare in felice compagnia ricordiamo che mettono in pericolo i loro bambini e la società che li fa crescere». 
[pubblicita]Il vice sindaco ha poi aggiunto: «Tanta gente è morta; tanta gente sta rasentando la miseria per rispettare le regole che salvano la vita a tutti. Vogliamo rendere inutile questo sacrificio?» Per quanto riguarda l'uso delle mascherine Modica ha precisato: «L’ennesima ordinanza del governatore della Lombardia impone ora l’uso della mascherina quando si esce. Le mascherine il Comune di Canegrate le sta già distribuendo con i volontari e non sono omologate, perché quelle omologate non sono mai arrivate. In ogni caso la mascherina va usata. La mascherina è rispetto per gli altri, per esempio in coda o al supermercato. Ci auguriamo che questa “ordinanza delle mascherine” non porti qualche imbecille a pensare che, se si avvolge il volto “con un semplice foulard” (mah!) può andare dove vuole». Ricordando che le casette dell'acqua di Canegrate resteranno chiuse il vice sindaco ha nuovamente invitato i canegratesi a restare a casa.

di gea.somazzi@gmail.com
Pubblicato il 06 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore