Quantcast

Parabiago, terminato il murales dedicato a Libero Ferrario

L'opera porta la firma dell'artista Cheone - Omaggio al campione di ciclismo parabiaghese

Il campione di ciclismo parabiaghese Libero Ferrario da pochi giorni rivive anche sui muri del campo sportivo a lui dedicato. Con il volto sorridente, sulle spalle dei suoi tifosi, nel momento della vittoria della gara in linea del campionato mondiale di ciclismo su strada del 1923: è così che l'artista Cheone ha deciso di ritrarlo. Il murales si può ammirare vicino al semaforo dell'incrocio tra viale Marconi e via Alfieri.

[pubblicita] L'opera è stata commissionata dal Comune di Parabiago, pensata e programmata dalla giunta durante i lavori di riqualificazione del campo sportivo intitolato al ciclista, dopo aver appreso l'intenzione della Soprintendenza che vincolava l'amministrazione al recupero del portale originale, ovvero senza il nome di Libero Ferrario.

Ferrario nacque nel 1901 a Parabiago. Appassionato di sport, scoprì l'amore per il ciclismo e nel 1920 si tesserò per l'Unione Sportiva Legnanese. A Legnano vinse anche alcune edizioni della Coppa Bernocchi. Morì giovanissimo, a soli 28 anni.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore