Quantcast

Cerro Maggiore, assemblea pubblica sul caso piscina

Il Credito sportivo pretende 1,6 milioni entro il 13 gennaio, dal Comune o da NAM

Un'assemblea pubblica sul caso della piscina di Cerro Maggiore. Non più tardi di un mese fa in consiglio comunale era stata ufficializzata la notizia del rischio concreto, da parte del Comune, di dover pagare 1,6 milioni di euro all'Istituto del Credito Sportivo perchè NAM, la realtà che ha realizzato e gestisce la piscina comunale, risulta inadempiente. Il momento di confronto per i cittadini con l'amministrazione comunale, dunque, è stato fissato per mercoledì 30, alle 21, nella sala consiliare di palazzo Dell'Acqua, in via San Carlo.

«Un milione e mezzo per pagare una piscina già nostra – sintetizza l'assessore al bilancio Matteo Bocca -. In esterna sintesi é quello che potrebbe capitare all'impianto natatorio di via Boccaccio. Come hanno ricordato esponenti delle passate amministrazioni, il progetto di finanza della nuova piscina di via Boccaccio nasce dalla volontà politica di allora di risolvere un problema: riaprire un impianto rimasto chiuso a causa di lavori non conclusi. Purtroppo quella possibile soluzione si sta trasformando in una voragine ancor più grande, difficile e costosissima da gestire. Oggi sarebbe facile cercare cause o colpevoli in un progetto di finanza ritoccato troppe volte e con modalità che oggi si manifestano sbagliare o non confacenti. Altrettanto facile sarebbe diffondere notizie di possibili chiusure o cambiamenti radicali della gestione. Ma noi, al momento, cerchiamo solo di informare tutti i cittadini sui possibili risvolti futuri, positivi o negativi, e sulle prospettive inerenti la gestione».

L'attuale amministrazione ha incontrato il 21 gennaio i delegati di NAM, informandoli che il Credito Sportivo vuole, entro e non oltre il 13 marzo, 1,6 milioni di euro, da loro o dal Comune, garante fideiussore in solido. «Una simile cifra fa arrossire – aggiunge Bocca – pensando al principio ispiratore del progetto: avere un impianto natatorio completo a costo zero per il nostro Comune».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 23 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore