Quantcast

“Ancora tutti in piazza”, lo spazio virtuale per contrastare la solitudine

Il progetto di Auser Ticino Olona per il secondo anno consecutivo verrà finanziato dalla Fondazione Comunitaria del Ticino Olona

Torna a Legnano “Ancora tutti in piazza” per contrastare con il web la solitudine tra gli anziani. Il progetto per il secondo anno consecutivo verrà finanziato dalla Fondazione Comunitaria del Ticino Olona, in partenariato con Auser Territoriale del Ticino Olona, Auser Abbiategrasso, Auser Corbetta e Auser Magenta. 

Entusiasta la presidente di Auser Legnano Pinuccia Boggiani ha ricordato l'appuntamento di venerdì 30 novembre dove verrà presentato il progetto. «L’aspetto innovativo – afferma Boggiani – riguarda le potenzialità della combinazione tra informatica, rete telefonica e l’utilizzo di televisori digitali per creare un sistema comunicativo che permetta agli anziani – in particolar modo a chi non possa uscire di casa agevolmente – di interagire in videochiamata sia con la centrale operativa Auser, sia con altri anziani inseriti nel progetto ma, ovviamente, le opportunità di dialogo sono infinite». 

La strumentazione per la video chiamata è collocata nelle abitazioni delle persone individuate e nelle strutture di accoglienza (RSA e Centri diurni), che aderiscono al progetto. La stessa “domiciliarizzazione” degli anziani, resi meno autonomi da malattie e problemi di natura fisica, implica un forte rischio di esclusione sociale e di solitudine, 

«Con il progetto “Ancora Tutti in piazza” si vuole rafforzare il sistema di relazioni – commenta Boggiani –. Il progetto prevede inoltre il coinvolgimento di giovani studenti delle scuole secondarie di secondo grado che potranno svolgere un ruolo di “tutor informatico” per gli anziani aiutandoli a prendere confidenza con il sistema di videochiamata ma, soprattutto, potranno approcciare la mentalità positiva ed educativa del volontariato».

La rete cittadina che verrà creata sarà importante e coinvolgerà diverse istituzioni del territorio. I volontari Auser “senior” e i ragazzi seguiranno, infatti, corsi di formazione e aggiornamento finalizzati a prevenire, o a cogliere, le diverse forme di solitudine nei confronti degli anziani. Le visite a domicilio e la confidenza che si instaurerà con gli utenti, permetteranno anche di valutare le condizioni fisiche e di benessere delle singole persone coinvolte.

Il sistema è semplice e sarà istallato in ogni domicilio e collegato al televisore munito di connessione internet wifi e webcam. La videocomunicazione andrà a potenziare e aggiornare il sistema di Telefonia Sociale “Filo d’Argento” Auser, da molti anni punto di riferimento per decine di migliaia di utenti.

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore