Quantcast

Lega Castellanza: “Dialogo impossibile con questa maggioranza”

In consiglio comunale la Lega non ha votato perchè "sono mancati tavoli di confronto, strumento democratico di governo, su temi importanti per la città"

Generico 2018

La Lega si è autoesclusa dalle votazioni nell’ultimo consiglio comunale di Castellanza. Una decisione spiegata dal capogruppo leghista, dr. Angelo Soragni, in un intervento in cui è stato sollevato soprattutto l’atteggiamento di chiusura della maggioranza, «senza manifestare visioni strategiche per Castellanza».

«Non avete mai accettato inoltre l’idea che anche le minoranze potessero contribuire, con una opposizione ferma ma costruttiva alla realizzazione di una città migliore – ha spiegato Soragni – . Il confronto, e il contraddittorio, molte volte possono essere fonte preziosa di idee. Qualcuno può pensare che questa amministrazione abbia al proprio interno soggetti di un’eccellenza tale che porti a non avere bisogno del contributo dei consiglieri di minoranza. Ma se così fosse ci saremmo aspettati di vedere una Castellanza che brilla per eccellenza. Purtroppo così non pare essere. E quel che è più grave è che sono mancati tavoli di confronto, strumento democratico di governo, su temi importanti per la città come l’area ex Montedison, la viabilità, il sedime ferroviario, l’area ex Camilliani e altro ancora».

«Abbiamo chiesto, come Lega, un confronto anche con il presidente di Castellanza Patrimonio per conoscere le strategie che la società intende intraprendere nei prossimi anni senza avere avuto alcuna risposta. Abbiamo chiesto di avere nel comitato di controllo un rappresentante della minoranza, e anche in questo caso la risposta è stata negativa – ha incalzato l’esponente leghista -. Insomma sin dall’inizio del vostro mandato abbiamo assistitito a una ottusità senza limiti, un esempio fra tutti è l’abbattimento delle 50 querce quasi secolari del cimitero. Come minoranze vi abbiamo supplicato più volte di non procedere ma per il gioco delle parti non siamo stati ascoltati. Di certo in altri tempi Lega Ambiente avrebbe fatto manifestazioni di piazza per questo scempio. Qui ha permesso il taglio selvaggio di piante quasi secolari che godevano ottima salute».

La parte finale dell’intervento è stata poi dedicata alle mozioni rimaste in sospeso: «È mai possibile che in questi 4 anni i consiglieri di minoranza abbiano proposto solo strategie e consigli assurdi? – si è chiesto Soragni -. Alla luce dei fatti viene naturale pensare che il vostro intento sia quello di finire la legislatura senza discutere alcuna mozione. Sarebbe bastato per mostrare buona volontà, dedicare alcune sedute di consiglio alla sola discussione delle mozioni».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore