Quantcast

Commemorato l’Abate Giuseppe Casati fondatore dell’Ospedale di Passirana

Ufficializzato il passaggio della struttura a Ospedale di Comunità, il primo in provincia di Milano

ospedale passirana

Il Direttore Sanitario dell’Asst Rhodense, Aldo Bellini, e il Sindaco della città di Rho, Andrea Orlandi, hanno reso omaggio alla statua dell’Abate Giuseppe Casati posizionata nel cortile del vecchio Ospedale di Passirana in occasione 200° anniversario della sua morte (20 novembre 1821).

Presente anche Franco Marzagalli, con altri promotori del Comitato “Salviamo la memoria e i valori dell’Abate Casati”, fautore della petizione firmata da 588 persone, tra cui medici, infermieri, collaboratori, pazienti e familiari riconoscenti, provenienti da 43 località lombarde e non solo. Nella petizione si chiede di ricordare e dare dignità alla figura dell’Abate Giuseppe Casati, a cui si deve la realizzazione dell’Ospedale di Passirana.

“La generosità di Giuseppe Casati ha permesso alla comunità di Passirana e del circondario di avere un ospedale– dice Aldo Bellini, Direttore Sanitario Asst Rhodense – Siamo lieti di comunicare che fra qualche settimana diventerà ospedale di Comunità, il primo in provincia di Milano”.

“Ringrazio la disponibilità della ASST Rhodense e la sua attenzione dimostrata verso il mantenimento del ricordo dell’Abate Giuseppe Casati, condividendo le richieste espresse dalla petizione dei nostri cittadini – afferma il Sindaco Andrea Orlandi -. In questi giorni la statua è stata oggetto di una prima pulizia e in un prossimo futuro potrà essere spostata vicino all’ingresso principale in modo da essere visibile a tutti coloro che entrano in ospedale. Ringrazio anche i sottoscrittori della petizione che hanno dimostrato di avere a cuore la storia della città e le eccellenze rhodensi”.

ospedale passirana

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore