Quantcast

15 incendi in 5 giorni, la Lombardia sotto scacco tra vento e siccità

L'allarme di Coldiretti Lombardia che rilancia anche il problema dell'abbandono dei boschi da parte degli agricoltori: "Creare le condizioni economiche e sociali per la vigilanza"

canadair incendio gambarogno 2022

La Lombardia brucia in pieno inverno: negli ultimi cinque giorni si sono registrati 15 roghi, per una media di 3 incendi ogni 24 ore, considerando sia gli episodi rilevanti sia quelli più circoscritti. E’ quanto afferma la Coldiretti regionale in base ai dati di Regione Lombardia su segnalazioni dei vigili del fuoco effettuate tra il 28 gennaio e il primo febbraio.

Gli incendi – precisa la Coldiretti Lombardia – hanno coinvolto boschi e pascoli principalmente nella provincia di Brescia, ma interventi di soccorso per domare le fiamme hanno interessato anche le province di Bergamo, Sondrio, Como e Varese. Una situazione – spiega la Coldiretti regionale – favorita dall’assenza di piogge e vento forte sui nostri territori, che ha spinto nei giorni scorsi Regione Lombardia a innalzare il livello di allerta ed emettere il periodo di alto rischio di incendio boschivo.

Nel 2021 – spiega la Coldiretti – l’Italia ha visto oltre 150mila ettari di territorio da nord a sud del Paese inceneriti da 659 tempeste di fuoco contro una media storica (fra il 2008 e il 2021) di 234 ogni anno. Ogni rogo – evidenzia la Coldiretti – costa agli italiani oltre diecimila euro all’ettaro fra spese immediate, per lo spegnimento e la bonifica, e quelle a lungo termine sulla ricostituzione dei sistemi ambientali ed economici delle aree devastate in un arco di tempo che raggiunge i 15 anni.

Un dramma che l’Italia è costretta ad affrontare – evidenzia la Coldiretti – perché se da una parte 6 incendi su 10 sono di origine dolosa con i piromani in azione, dall’altra per effetto della chiusura delle aziende agricole, la maggioranza dei boschi nazionali si trova senza sorveglianza per l’assenza di un agricoltore che possa gestirli, in un Paese come l’Italia dove più di un terzo della superficie, per un totale di 11,4 milioni di ettari, è coperta da boschi. In Lombardia – afferma la Coldiretti regionale su dati Ersaf – la superficie forestale è di 620 mila ettari, pari a un quarto del territorio.

Per difendere il bosco italiano – continua la Coldiretti – occorre creare le condizioni economiche e sociali affinché si contrasti l’allontanamento dalle campagne e si valorizzino quelle funzioni di vigilanza, manutenzione e gestione del territorio svolte dagli imprenditori agricoli, anche nei confronti delle azioni criminali.

Peraltro – conclude la Coldiretti – i roghi che devastano le foreste hanno anche l’effetto di aumentare il deficit commerciale nel settore del legno, dove l’industria italiana è la prima in Europa ma importa dall’estero più dell’80% del legname necessario ad alimentare l’industria del mobile, della carta o del riscaldamento, per un importo di 4,8 miliardi nel 2021 (+34,5%) secondo le proiezioni di Coldiretti su dati Istat.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Febbraio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore