Quantcast

“Odori irrespirabili” nella Galleria di Corso Italia a Legnano, i residenti scrivono al sindaco

Dopo varie segnalazioni l’intervento dei Vigili del Fuoco e una denuncia per molestie olfattive, gli amministratori del condominio hanno deciso di scrivere una lettera aperta indirizzata al sindaco di Legnano, Ats, Polizia Locale e Aemme Linea Ambiente

galleria

Non hanno ancora trovato pace i residenti del condominio Davide, al civico 32 di Corso Italia da oltre un anno tormentati dai cattivi odori provenienti dall’attività di ristorazione presente al piano terra, nella gallerie privata (ma ad uso pubblico) del palazzo che ospita un kebab-pizzeria.

Ancora «odori irrespirabili» nella Galleria di Corso Italia a Legnano, i cittadini sporgono denuncia

Il problema principale riguarda principalmente il mal funzionamento della canna fumaria. Questa non assorbe gli odori che fuoriescono dalla cucina.  Dopo varie segnalazioni all’Ats, l’intervento dei Vigili del Fuoco per la presenza di fumi e odori negli appartamenti e una denuncia per molestie olfattive, gli amministratori del condominio, Studio Setti Cattaneo hanno deciso di scrivere una lettera aperta indirizzata al sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, Comune di Legnano, Ats, Polizia Locale e Aemme Linea Ambiente. I condomini con questa missiva tornano a «denunciare il forte senso di abbandono percepito dai condomini residenti nel Condominio Davide, in quanto alcune richieste non hanno neanche avuto risposta da parte delle autorità interpellate». Di seguito la lettera

Gentil.mo sig. Sindaco del Comune di Legnano

In qualità di amministratori, siamo a denunciare il forte senso di abbandono percepito dai condomini residenti nel Condominio Davide, in quanto alcune richieste non hanno neanche avuto risposta da parte delle autorità interpellate, dimostrando una grave disattenzione verso le problematiche che li affliggono da oltre un anno.

Riassumiamo brevemente i fatti (tutti supportati da documentazione a disposizione):

-fine gennaio 2021, apre un ristorante kebab pizzeria, ubicato presso la galleria del condominio Davide, che, in seguito a varie richieste ed approfondimenti, abbiamo saputo fosse privo di conformità.

Il 20 ed il 21 Febbraio, oltre al 10 Ottobre 2021, intervengono i Vigili del Fuoco a causa di appartamenti invasi dai fumi oltre che la galleria. I Vigili del Fuoco e la Polizia Locale presente verbalizzarono al titolare dell’attività, il divieto assoluto all’uso delle apparecchiature sino alla perfetta sistemazione dell’impianto di scarico fumi.

Nel mese di Marzo 2021 il titolare dell’attività di ristorazione fa installare una canna fumaria presentando una certificazione di conformità, risultata poi non idonea e non collaudata.

Il 4 Maggio 2021 viene eseguita un’ispezione da parte di uno studio tecnico certificato, che relaziona quanto segue: “Apparecchiature di cottura senza marchio CE, assenza di documenti descrittivi, assenza di documentazione in rete dei suddetti apparecchi, tubi di scarico che non arrivano al tetto, evidenti problematiche di natura igienico sanitaria-tecnica-gestionale e normativa, necessario adeguamento dimensionale dei diametri di aspirazione ed impianto non collaudato”.

Nei mesi di luglio, agosto e settembre 2021 sono state presentate alla Polizia Locale da parte di piu condomini denunce/querela di molestia olfattiva nei confronti dell’attivita di ristorazione. Denunce presentate presso il comando di Polizia Locale di Legnano.

Nel periodo maggio dicembre 2021, in qualità di amministratori, abbiamo piu volte richiesto, senza riscontro, i certificati di idoneità inerenti l’attività.

Il 3 Gennaio 2022 (dopo 1 anno) il dirigente Assetto e Gestione del territorio di Legnano aveva comunicato al responsabile del Servizio Edilizia Privata che “entro 90 giorni dovranno essere messi in sicurezza gli impianti(entro il 5 Aprile 2022)”

Segnaliamo inoltre che da giugno 2021 ad aprile 2022 il ristoratore è stato più volte richiamato da Amga gestione rifiuti e polizia locale per inosservanza delle normative vigenti in merito allo smaltimento dei rifiuti.

Concludendo dal Gennaio 2021 (16 mesi) il locale di ristorazione sta funzionando (a quanto in possesso dell’amministrazione del condominio ndr) senza alcuna documentazione che ne attesti la conformità, cosa della quale gli uffici preposti sono a conoscenza, senza contare il disagio dovuto alla molestia olfattiva che i condomini debbono subire e l’uso improprio, privo delle necessarie certificazioni, che viene effettuato dalla ristorazione dei locali sede della attività.

Vorremmo inoltre segnalare che in data 17 Marzo 2022 come studio abbiamo inviato una PEC al Comune di Legnano ed una alla ATS .

Non avendo avendo avuto riscontro abbiamo rimandato la stessa PEC in data 29 Marzo c.a.

A tutt’oggi non abbiamo avuto alcun riscontro

Speranzosi in un vostro riscontro inviamo distinti saluti

Studio Setti-Cattaneo

 

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 11 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore