Quantcast

Palio di Legnano, monsignor Cairati: “Raffaele Bonito, ti chiediamo di essere un gran maestro forte e creativo”

Nella cerimonia dell'investitura, il prevosto di Legnano ha promosso una serie di appelli al mondo del Palio per aiutare la città a rivivere nel lavoro, nella socialità, nella dimensione religiosa

Legnano palio

La basilica di San Magno, a Legnano, è tornata ad ospitare la cerimonia dell’investitura del gran maestro del Collegio dei capitani e delle contrada, Raffaele Bonito. L’ultima volta era accaduta nel febbraio 1988, con protagonista Norberto Albertalli. Successivamente, è sempre stata preferita la chiesa di Sant’Ambrogio.

Galleria fotografica

La cerimonia dell'investitura del gran maestro Raffaele Bonito 4 di 28

Cerimonia sempre suggestiva con tamburi e chiarine a dettare i tempi più palieschi e i canti del coro Jubilate diretto dal Maestro Paolo Alli quelli religiosi. Momenti che hanno fatto la storia del Palio di Legnano e lasciano sempre intatta una carica emotiva in chi vive il mondo contradaiolo con intensità e continuità.

Dalla basilica è uscito un gran maestro con un fardello pieno di prestigio ma anche di responsabilità ricordate da monsignor Angelo Cairati, prevosto e decano di Legnano, con la puntualità del padre di famiglia che vuole bene ai suoi figliuoli ma ai quali non nasconde doveri e impegni.

Giuseppe La Rocca, gran maestro uscente, lo sa bene. Rivestire una carica come quella affidata oggi a Raffaele Bonito in questo periodo di pandemia è compito arduo e complicato. Mons. Cairati nell’omelia è partito proprio da qui: «Raffaele – monsignore si è rivolto direttamente al gran maestro – ricevi l’investitura nel tempo dell’Avvento e in un periodo, quello della pandemia, in cui il Palio ma anche tutta la città dovrà meritare tante cautele- Ti invito ad essere forte, carico di speranza e creativo. Unisciti al coro di tutti coloro che vogliono fare rivivere la città nel lavoro, nella socialità, nella dimensione religiosa».

«Ma sii anche saggio – ha proseguito monsignore -. Stai con i piedi per terra. Non evadere dalla realtà. Non accentrare tutto su te stesso. Circondati di buoni collaboratori, non eliminare nessuno. Dalle critiche accetta con umiltà gli aspetti positivi. Ascolta tutti e tieni ciò che è buono. E infine ricordati dei poveri».

La promessa del gran maestro e il giuramento di fedeltà dei capitani hanno chiuso la cerimonia.

Con il gran maestro Raffaele Bonito, ricordiamo le cariche uscite dall’ultima Tornata. Vice gran maestro, Tiziano Biaggi. Consiglieri: Alessandro Airoldi, Massimiliano Roveda, Cristiano Poretti, Paolo Cristiani, Massimiliano Franchi, Davide Fuschetto, Jody Testa, Lucio Ballarino.
Collegio dei Probiviri: Andrea Monaci, Roberto Esposito e Alberto Romanò. Revisori dei conti: Carlo Barlocco, Marco Barlocco e Massimiliano Caruso

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Novembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La cerimonia dell'investitura del gran maestro Raffaele Bonito 4 di 28

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore