Quantcast

Solidarietà alla CGIL dall’ambiente politico, associativo e sindacale di Legnano

Commenti unanimi di condanna dopo i fatti di sabato 9 alla CGIL di Roma. Le voci dal Legnanese

Presidio antifascista CGIL Ticino Olona

Solidarietà alla CGIL. Sia alza da diverse parti di Legnano il sentimento di vicinanza alla CGIL. Di seguito i messaggi inviati alla nostra redazione.


Partito Democratico – Il vile attacco alla sede Romana della CGIL altro non è che risultato di una campagna violenta e denigratoria nei confronti delle istituzioni e del governo, portata avanti da ambienti della società che nulla hanno a che spartire con la democrazia e con la nostra Costituzione. Settori che tentano attraverso demagogia, sovranismo e populismo, di scardinare lo stato sociale per distruggerne i valori fondanti e colpire chi li rappresenta. Ciò avviene dando spazio, oltre che a sedicenti “No vax”, a movimenti fascisti dei quali, dopo anni di libera e impunita attività, auspichiamo l’immediato scioglimento. In questo quadro va inserito l’attacco frontale di ieri sera ai lavoratori e al sindacato. Il Partito Democratico condanna questi atti in modo totale ed esprime piena solidarietà al sindacato CGIL e ai lavoratori. Teniamo tutti alta la guardia, non dimentichiamo mai che la democrazia è un bene preziosissimo e va preservato da ogni costo.
Partito Democratico Legnano


Rifondazione Comunista  – L’assalto alla CGIL non è una normale contestazione, è un atto deliberato di squadrismo che richiama pericolosamente gli eventi di un secolo fa. A guidarlo sono i neofascisti che dall’inizio della pandemia strumentalizzano e si mettono alla testa delle manifestazioni contro i provvedimenti anti-Covid definiti “dittatura sanitaria”.
L’invasione fascista della sede del sindacato di Giuseppe Di Vittorio è inaccettabile e non può che essere condannato anche l’operato di chi non ha garantito la protezione della più grande organizzazione del lavoratori italiani.
Rifondazione Comunista – Circolo di Legnano


 ANPI Legnano – Non è più tollerabile che frange violente e che si richiamano a considerazioni superficiali sulla sanità oppure a ideologie estremiste ogni sabato scendano in piazza, come ai tempi del “sabato fascista”. Forza Nuova deve essere sciolta. E’ un pericolo per la democrazia del Paese. Noi siamo spesso accusati, quando parliamo di antifascismo, di vivere solo di passato. In realtà, violenze come quelle contro la CGIL confermano che la lotta antifascista è un valore sempre attuale e bisognoso di essere sostenuto. Emulare quanto accaduto a Roma è sempre possibile. A Milano siamo andati vicini a uno scontro con le forze dell’ordine, un clima che non si può più tollerare.
Primo Minelli, presidente ANPI Legnano


CISL Legnano – Questi comportamenti sono ingiustificati e incomprensibili. Si possono capire le  perplessità sui vaccini e anche la paura di qualcuno, ma non trova alcuna giustificazione la violenza. Se esistono dubbi, discutiamone in confronti aperti e collaborativi, non diamo spazio però a queste forme di contestazione. Non dimentichiamo comunque sia quello che abbiamo vissuto in questi ultimi due anni, sia il valore scientifico e sociale della campagna vaccinale. Profonda solidarietà alla CGIL.
Giuseppe Oliva, CISL Legnano


UIL Legnano – Condanna totale di ogni tipo di violenza, indipendentemente dalle cause che la provocano. Ma condanna soprattutto quando la violenza è un attacco alle istituzioni. I fatti di ieri, a Roma, devono essere  criticati in maniera convinta e unanime. Solidarietà, quindi, alla CGIL ma anche a tutte quelle persone ed associazioni che hanno subito qualsiasi forma di violenza.
Stefano Dell’Acqua – UIL Legnano


Sinistra Italiana – L’assalto alla sede nazionale CGIL è un fatto vergognoso e intollerabile. Sono passati 100 anni da quando venivano assaltate le case del popolo e le sedi sindacali. Adesso ci riprovano. Hanno voluto volutamente colpire uno dei baluardi della democrazia.
Le Istituzioni della Repubblica Italiana, nata dalla Resistenza e dal sacrificio di tanti uomini e donne che hanno combattuto per ridarci la libertà e la democrazia, mettano immediatamente lo squadrismo fascista in condizione di non nuocere.
E’ ora che vengano sciolte tutte le organizzazioni neofasciste. I presidi che oggi si sono svolti presso le Camere del Lavoro in tutte le città italiane e anche presso la sede di Legnano, hanno visto la presenza delle forze politiche e sociali e di tante cittadine e cittadini che hanno espresso la piena solidarietà e dimostrano che non possiamo più attendere!
Qualcuno ha ancora il coraggio di dire che il fascismo non esiste più?
Rosanna Pontani – Coordinatrice Circolo Altomilanese di Sinistra Italiana

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore