Quantcast

Brumana: “La diffida dell’Azienda So.Le. è intollerabile, ma accetto il confronto”

Il leader del Movimento dei cittadini apre un altro fronte politico in città e adesso affronta il tema dei servizi educativi che nel 2022 verranno affidati alla azienda consortile del Legnanese

Scuola materna

“E’ intollerabile che i preposti alla gestione di SOLE , società pubblica di alcuni comuni, si siano permessi di diffidare un consigliere comunale perché, nell’ambito delle sue funzioni pubbliche ha sollevato critiche ed ha rilevato la necessità di una seria verifica dei presupposti di funzionalità, di economicità e di professionalità, che ai sensi dell’articolo 82 del testo unico degli enti locali devono essere garantiti nei servizi pubblici e che dovrebbero costituire il fondamento della previsto affidamento a SOLE dei servizi educativi”. Reagisce con un post sui social Franco Brumana nei confronti dell’Azienda So.Le. alla quale saranno affidati i servizi educativi del Comune di Legnano.

A Legnano la gestione dei servizi educativi passa ad Azienda So.Le.

La reazione è successiva a una critica mossa dal leader del Movimento dei cittadini alla modalità operativa comunicata da Palazzo Malinverni, a un chiarimento dell’amministrazione comunale e infine a una diffida della stessa azienda consortile.

“Il tentativo di intimidire un consigliere comunale con una diffida, che prelude a un’azione legale, e’ molto grave – la reazione di Brumana – . Rivela che gli autori della diffida non hanno compreso i ruoli istituzionali, i più elementari principi democratici e le finalità pubbliche della società SOLE ,che non può essere considerata un’azienda autonoma dalle amministrazioni comunali che la compongono. Alla diffida hanno aggiunto anche accuse prive di qualsiasi fondamento, tentando così di creare confusione e di trasformare una questione pubblica di notevole rilevanza in una polemica sul piano personale , alla quale non intendo partecipare . Evito pertanto di chiedere , come sarebbe giustificato , le loro dimissioni o le loro scuse , ben sapendo che non le otterrei”.

SOLE avrebbe potuto cogliere l’occasione di fornire dati, elementi di valutazione e argomentazioni serie per fare comprendere la qualità del suo operato e l’interesse pubblico ad affidarle ulteriori importanti servizi – prosegue Brumana – . Poco prima del periodo feriale SOLE aveva manifestato la sua disponibilità a un incontro, che ho ritenuto di prendere in considerazione dopo le ferie perché non risultava urgente. A questo punto il confronto con la società Sole assume una nuova importanza e diventa urgente. Pertanto a settembre chiedero’ un incontro per acquisire e valutare serenamente informazioni e spiegazioni, sperando che i dirigenti di questa società si rendano finalmente conto che devono rispondere del loro operato al Comune di Legnano”.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore