Quantcast

Aree gioco chiuse e didattica a distanza: Legnano si risveglia in “arancione rafforzato”

In attesa di sapere se la cabina di regia del comitato tecnico-scientifico farà scattare la zona rossa dalla prossima settimana, le strade di Legnano inziano a svuotarsi

Parchi giochi chiusi a Legnano - Marzo 2021

La pandemia è tornata a correre, i parametri sono in rapido peggioramento e il Pirellone ha deciso di non aspettare la cabina di regia settimanale del comitato tecnico-scientifico per dare un giro di vite alle misure per fermare il Covid-19: da oggi, venerdì 5 marzo, sono in vigore le nuove restrizioni dettate dall’ordinanza dell presidente Attilio Fontana e anche Legnano come tutto il resto della Regione si è risvegliata in zona arancione rafforzata.

Chiuse in tutta la città le aree gioco – che in qualche comune della zona erano “off limits” già dai giorni scorsi – e gli studenti sono tornati dietro lo schermo: ad un anno dalla prima chiusura, da oggi sono infatti tornate alla didattica a distanza anche le scuole primarie e le classi prime della scuola secondaria di primo grado, che durante il lockdown di novembre avevano invece frequentato le lezioni in presenza. Chiuse anche le scuole dell’infanzia, mentre rimangono aperti i nidi. In attesa di sapere se da lunedì 8 marzo la Lombardia sarà zona rossa per decisione del Governo, già da oggi le strade di Legnano hanno iniziato a svuotarsi rispetto ai giorni scorsi.

La Lombardia passa in “arancione rafforzato”. Scuole chiuse dal 5 marzo

Scuole

È prevista la sospensione della didattica in presenza nelle istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo grado e secondo grado, nelle istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP), negli Istituti tecnici superiori (ITS) e nei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) nonché sospensione delle attività delle scuole dell’infanzia. Sono esclusi dal provvedimento i nidi e i micronido.
Le attività di laboratorio sono comunque garantite. Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Università

Si applica quanto previsto dall’art. 3, comma 4, lettera g) del D.P.C.M. del 14 gennaio 2021 (ossia, a decorrere dal 6 marzo 2021, dell’art. 44 del DPCM 2 marzo 2021) con conseguente sospensione della frequenza delle attività formative e curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica aventi sedi sul territorio della Regione Lombardia, fermo in ogni caso il proseguimento di tali attività a distanza.

Seconde case

Non è consentito recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale (le seconde case), ubicate nel territorio della Regione fatti salvi gli spostamenti motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità.

Visite vietate a parenti e amici

Non sono consentiti gli spostamenti verso le abitazioni private abitate ubicate nel territorio della Regione, fatti salvi gli spostamenti motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità.

Accesso ridotto alle attività commerciali

L’accesso alle attività commerciali al dettaglio, al fine di limitare al massimo la concentrazione di persone, è consentito ad un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani.

Chiuse le aree gioco

Non è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport (a mero titolo esemplificativo, aree attrezzate con scivoli ed altalene, campi di basket, aree skate etc.) all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, fatta salva la possibilità di fruizione da parte di soggetti con disabilità.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 05 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore