Quantcast

Il giorno e la storia – Insieme nel lager di Bolzano, lui evade, lei lo apprende dagli altoparlanti del campo

Protagonisti il 26 ottobre 1944, Carlo Venegoni e Ada Buffulini, che sarebbe divenuta poi sua moglie

Il giorno e la storia, mese di ottobre

Il 28 agosto 1944, dopo i fratelli Guido e Pierino, è arrestato anche l’animatore della lotta partigiana di impronta comunista in Valle Olona, Carlo Venegoni, sorpreso in una tipografia di Milano dove stava preparando una nuova edizione dell’Unità clandestina: viene portato al carcere di San Vittore a Milano e da lì, il 7 settembre, internato nel campo di prigionia di Bolzano-Gries.

Galleria fotografica

Il giorno e la storia, mese di ottobre 4 di 20

Nel lager di Bolzano-Gries Carlo organizza con Ada Buffulini, che aveva conosciuto durante il trasporto tra carcere e lager e che diventerà sua moglie, ed altri un comitato di Resistenza interna, facendo uscire elenchi con i nomi dei deportati (ricordiamoci che i deportati sparivano nel nulla e le famiglie non avevano più notizie!), facendo entrare nel campo cibo e medicine, organizzando evasioni.

Carlo riesce miracolosamente a tenere i contatti con gli amici di Legnano, con cui organizza la sua stessa fuga: il 26 ottobre i legnanesi si presentano in divisa, con un’auto nera di lusso e la documentazione falsa riguardante il trasferimento del prigioniero in un altro campo.

Un detenuto in un lager che organizza la Resistenza e si organizza la fuga: sembra incredibile, vero?
E la moglie, Ada, gli ha rinfacciato a vita d’aver saputo della sua fuga solo dagli altoparlanti del campo: Carlo era tanto abituato alla cospirazione che nemmeno alla fidanzata aveva svelato i suoi progetti.

Renata Pasquetto

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il giorno e la storia, mese di ottobre 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore