Quantcast

Nominata la giunta Radice, ecco chi entra in consiglio comunale a Legnano

In base alle preferenze ottenute entreranno in consiglio comunale Valeria Sambati, Anna Pontani, Paolo Scheriani e Paolo Garavaglia 

palazzo malinverni comune legnano 2019

Dopo la nomina della giunta da parte del sindaco Lorenzo Radice, che vede diversi consiglieri ricoprire ruoli di assessori (Anna Pavan, Marco Bianchi, Lorena Fedeli, Giudo Bragato), cambia anche la composizione del consiglio comunale, che sarà così composto:

Il Partito Democratico è rappresentato con nove seggi (Luca Benetti, Aurora De Lea, Federico Amadei, Monica Berna Nasca, Pinuccia Boggiani, Giacomo Pigni, Sara Borgio, Umberto Taormina e Umberto Silvestri), quattro vanno a Insieme per Legnano e Legnano Popolare (Mario Brambilla e Simone Bosetti, Anna Pontani, Paolo Scheriani) e due a riLegnano (Marta Monti, Paolo Garavaglia). Quando la consigliera comunale del Pd, Monica Berna Nasca lascerà l’assessorato a Dairago ed entrerà a fare parte della giunta legnanese come assessore alle Piccole Cose, il suo posto in consiglio comunale sarà occupato da Valeria Sambati.

All’opposizione, invece, siederanno tre consiglieri in quota Lega (la candidata sindaco Carolina Toia, Daniela Laffusa e Stefano Carvelli) due della lista civica che porta il nome dell’aspirante prima cittadina (Francesco Toia e Mara Ciapparelli), uno di Fratelli d’Italia (Gianluigi Grillo) e uno di Forza Italia (Lillo Munafò). Un banco a testa tra quelli dell’opposizione andrà anche a Franco Colombo e Franco Brumana.

Venerdì 23 ottobre è intanto fissato il primo consiglio comunale durante il quale sarà nominato il presidente del consiglio.

Lorenzo Radice presenta la sua squadra: ecco la giunta di Legnano

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore