Il giorno e la storia: 1 luglio 1945 – Calcio, Milan-Legnano 2-3

La rubrica a cura della dr.ssa Renata Pasquetto, associata ANPI Legnano, apre il mese di luglio di 75 anni fa con una pagina dedicata al calcio lilla

Generico 2018

La rubrica “Il giorno e la storia” a cura della dr.ssa Renata Pasquetto, associata ANPI Legnano, apre il mese di luglio di 75 anni fa con una pagina dedicata al calcio lilla. Una pagina davvero storica perchè ricorda la vittoria contro il Milan in una emozionante partita all’Arena. L’immagine in copertina, pubblicata in wikipedia da autore sconosciuto e ripresa da museolilla.statistichelilla.it, propone una formazione del Legnano calcio negli anni Quaranta. Sotto, invece, la squadra del Milan nella stagione 1944-45

Galleria fotografica

Il giorno e la storia 4 di 26

All’Arena Civica di Milano il 1° luglio 1945 la squadra calcistica locale, il Milan, affronta il Legnano con la supervisione dell’arbitro Bezzi di Milano.
La squadra rossonera solo da due settimane, cioè dal 14 giugno 1945, ha riconquistato la vecchia denominazione “Associazione Calcio Milan”: dal 1939 si chiamava infatti “Associazione Calcio Milano” e non Milan per una italianizzazione del proprio nome imposta dal fascismo.
In piena guerra non è possibile giocare un normale campionato ma il Comitato Regionale Lombardo della Federazione della RSI (Repubblica Sociale Italiana) ha faticosamente organizzato un “Torneo Benefico Lombardo” a cui partecipano 12 squadre all’andata e 10 al ritorno (il Varese e il Gallaratese si ritirano). Si parte il 31 dicembre 1944. Non sono le formazioni di un tempo di pace: molti calciatori sono sotto le armi, feriti, caduti o prigionieri, i giocatori che si riescono a recuperare scendono in campo con tutte le privazioni e la denutrizione dovute ai cinque anni di conflitto mondiale. Il torneo terminerà l’8 luglio 1945.
Sulla panchina dei rossoneri viene confermato l’allenatore Giuseppe Santagostino e capitano è Paolo Todeschini. Per i lilla l’allenatore è Enrico Crotti, il presidente Cav. Ing. Giulio Riva.
I trasferimenti sono bloccati dalla fine della stagione 1942-1943 ma il Legnano ottiene in prestito dalle rispettive squadre alcuni giocatori: Del Bianco dal Livorno, Monza dalla Lazio, Lamanna dall’Atalanta, Rancilio dalla Triestina, Mariani dal Novara e Demaria dall’Ambrosiana (Inter).
Il 1° luglio è la 19° giornata del Girone di Ritorno e il Milan spera di recuperare la sconfitta dell’andata. L’8 aprile di quell’anno, infatti, a Legnano nello Stadio Comunale la squadra meneghina era stata battuta per due gol (entrambi di Alfonso Borra) a uno (di Umberto Guarnieri). Arbitro il sig. Garazzino di Varese.
Il 1° luglio i rossoneri schierano per l’ultima volta Bruno Arcari e Giorgio Granata. Ed è proprio Granata che al 12’ segna il primo gol della partita. Dieci minuti dopo il lilla Alfonso Borra (foto accanto)pareggia. Al 37’ Emilio Rancilio segna la seconda rete per il Legnano, cui segue la terza ad opera ancora di Borra al 60’. Il Milan cerca di recuperare e ci riesce parzialmente con un gol all’86’ ad opera di Umberto Guarnieri. La partita termina 2-3 con la vincita del Legnano.
Per Guarnieri si tratta del suo ultimo gol in maglia rossonera: passerà infatti al Legnano dal ’45 al ’48 ed in seguito alla Pro Patria di Busto Arsizio.
Queste tre squadre, il Legnano, il Milan e la Pro Patria di Busto Arsizio conquisteranno a pari merito il 6° posto nella classifica del torneo con 18 punti, a 14 punti di distanza dal Como capolista.

Renata Pasquetto

#ilgiornoelastoria

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Luglio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il giorno e la storia 4 di 26

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore