Quantcast

Taglio dei parlamentari, ecco la guida al referendum

Si vota per il referendum sul taglio dei parlamentari domenica 21 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15

referendum costituzionale 2020 scheda

Ormai ci siamo: domenica 20 e lunedì 21 settembre si torna alle urne. Legnano e Parabiago saranno chiamate ad eleggere il nuovo sindaco e a rinnovare il consiglio comunale, ma al voto saranno chiamati anche tutti gli altri Comuni del territorio per esprimersi, insieme a tutta Italia, sul referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari.

I seggi saranno aperti domenica 20 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 settembre dalle 7 fino alle 15. Non è previsto un quorum di partecipazione: il risultato sarà comunque valido perché si tratta di un referendum confermativo di una riforma già approvata dal Parlamento. Il testo della legge costituzionale su cui saranno chiamati a dare “sì” o “no” gli italiani è stato infatti approvato dal Senato, in seconda votazione, a maggioranza assoluta dei suoi componenti nella seduta dell’11 luglio 2019, e dalla Camera dei deputati, in seconda votazione, a maggioranza dei due terzi dei suoi componenti nella seduta dell’8 ottobre 2019.

La legge modifica tre articoli della costituzione: l’articolo 56, che disciplina il numero dei componenti della Camera dei Deputati, l’articolo 57, che regola il numero dei componenti del Senato, e l’art. 59, che detta le regole per la nomina dei senatori a vita. Se vinceranno i “sì”, il numero dei parlamentari sarà ridotto di oltre un terzo, scendendo dagli attuali 945 a 600: i deputati scenderebbero da 630 a 400, i senatori da 315 a 200, più al massimo cinque senatori a vita. Con il taglio dei parlamentari si passerebbe da un deputato ogni 96mila abitanti ad uno ogni 151mila. I senatori, invece, passerebbero da uno ogni 188mila abitanti ad uno ogni 302mila. Il taglio previsto dalla riforma è comunque un taglio “lineare”: non è prevista nessuna modifica per le funzioni della Camera e del Senato, né, quindi, al cosiddetto bicameralismo paritario perfetto.

In base alle stime dell’Osservatorio sui conti pubblici diretto da Carlo Cottarelli, il risparmio lordo annuo che si otterrebbe riducendo il numero di parlamentari ammonta a 53 milioni di euro per le casse della Camera e a 29 milioni per quelle del Senato, per un totale di 82 milioni. Il risparmio sull’intera legislatura sarebbe quindi di 410 milioni di euro. Al netto delle imposte e dei contributi pagati dai parlamentari allo Stato, però, il risparmio si riduce a 37 milioni di euro per la Camera e 20 milioni di euro per il Senato.

Sulla scheda elettorale, i cittadini troveranno questo quesito:

«Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?»

QUI IL FAC SIMILE DELLA SCHEDA PER IL VOTO AL REFERENDUM

Per votare, bisognerà portare con sé la tessera elettorale e un documento di identità. Sono ammessi la carta d’identità o un altro documento d’identificazione munito di fotografia e rilasciato da una pubblica amministrazione anche se scaduto, la tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare, e la tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.

Chi avesse necessità di rinnovare la tessera elettorale, potrà farlo all’ufficio elettorale del comune di residenza, che resterà comunque aperto dalle 9 alle ore 18 nei due giorni antecedenti la data della consultazione (a Legnano già dalle 8.30) e, nei giorni della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto, quindi dalle 7 alle 23 di domenica 20 settembre e dalle 7 alle  15 di lunedì 21 settembre.

In vista del referendum e delle elezioni regionali e comunali, a causa dell’emergenza sanitaria, il Ministero dell’Interno e il Ministero della Salute hanno sottoscritto un protocollo sanitario e di sicurezza per la situazione sanitaria legata al Covid-19.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 18 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore