Quantcast

A Parabiago una statua dedicata a Libero Ferrario per il centenario della vittoria ai mondiali

Non verrà invece sostituito a cura del comune il busto di Libero Ferrario trafugato lo scorso anno dalla tomba del campionissimo di Parabiago

libero ferrario parabiago

È il 25 agosto 1923, a Zurigo Libero Ferrario batte in volata i compagni di fuga e alza le braccia al cielo sotto il traguardo del 3° Campionato del mondo di ciclismo su strada nella categoria dilettanti, diventando il primo italiano a vestire la maglia iridata. Alle soglie del centenario di una vittoria storica, Parabiago ha deciso di rendere omaggio al “suo” campionissimo con un calendario di eventi che ha preso il via lo scorso fine settimana e arriverà fino al 2023, nell’ambito dei quali è prevista anche la realizzazione di una statua.

Lo ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Dario Quieti durante l’ultima seduta del consiglio comunale cittadino in risposta ad un’interrogazione presentata dal Partito Democratico, che aveva chiesto conto all’amministrazione comunale dell’intenzione di commissionare una copia del busto di Libero Ferrario trafugato lo scorso anno dalla sua tomba, «in modo tale da celebrare, senza macchia e con un atto di concreta memoria, il centenario della vittoria del campionato mondiale di ciclismo su strada che tanto lustro ha dato alla nostra città».

busto rubato libero ferrario parabiago
Il busto trafugato dalla tomba di Libero Ferrario

«La tomba è privata così come lo era la scultura – ha spiegato Quieti in risposta alle richieste dei Dem -. Fin dai primi momenti successivi alla scoperta del furto della scultura in bronzo l’amministrazione ha cercato di contattare i parenti dell’autore per capire se vi fosse un calco usato per la realizzazione, ma essendo passati diversi anni non abbiamo trovato traccia di nulla. L’amministrazione non ha intenzione di rifare una scultura similare, che sarebbe un falso d’autore: oltretutto la famiglia ha manifestato l’intenzione di occuparsi direttamente di riposizionare il busto sulla tomba. Dal momento che teniamo molto al centenario, però, abbiamo intenzione nell’ambito delle celebrazioni di far realizzare una statua dedicata a Libero Ferrario: i fondi sono già stati alloccati nell’ambito dei lavori per la riqualificazione dell’area nord del campo “Libero Ferrario” in virtù di una legge che prevede che una percentuale dell’investimento destinato alle opere pubbliche debba essere finalizzato all’abbellimento con opere d’arte e stiamo cercando la formula migliore per un bando che ci permetta di arrivare ad avere dei bozzetti in tempo per le celebrazioni».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore