Quantcast

Quanta acqua usiamo ogni giorno nelle nostre case? La mappa dei consumi nel Legnanese

In questi giorni segnati dall'emergenza siccità, LegnanoNews ha deciso di mettere a confronto i dati sui consumi di acqua fornita da Gruppo Cap

acqua

Ogni cittadino del Legnanese consuma quotidianamente meno acqua di quanta ne venga utilizzata in media in Italia, ma anche nel nostro territorio siamo ancora molto lontani dai numeri degli altri Paesi europei. I dati emergono dalla DNF (Dichiarazione non finanziaria) del Gruppo Cap, gestore del servizio idrico integrato nella città metropolitana di Milano, che per ogni comune mette a disposizione, oltre all’etichetta dell’acqua e alle informazioni sui trattamenti di potabilizzazione utilizzati per i pozzi attivi, anche i dati relativi al numero di utenti, all’acqua erogata e al consumo pro capite giornaliero: dati che LegnanoNews ha deciso di mettere a confronto in questi giorni dove l’emergenza siccità fa sentire la sua morsa e diversi comuni stanno adottando ordinanze anti-sprechi.

Come si vede dalla mappa (navigabile comune per comune), la “maglia nera” va a Legnano, che risulta il comune del territorio dove ogni giorno i cittadini utilizzano più acqua con un consumo quotidiano pro capite di 210 litri, mentre quello più parsimonioso è San Giorgio su Legnano con 184 litri, in un quadro comunque sostanzialmente uniforme. Si tratta di un utilizzo complessivamente inferiore rispetto a quello rilevato a livello nazionale (con picchi fino a 236 litri nei comuni capoluogo e nelle città metropolitane) di cui parla l’ultima edizione del Blue Book, monografia dei dati del servizio idrico integrato realizzata da Fondazione Utilitas, Cassa Depositi e Prestiti e Istat, ma comunque di un dato decisamente superiore ai 125 litri al giorni attorno ai quali ruota la media europea in base ai dati EurEau.

acqua

Complessivamente il nostro territorio è servito da una rete idrica fatta da oltre 800 chilometri di tubature e da 62 pozzi, più della metà dei quali viene sottoposto a trattamenti di potabilizzazione, ovvero trattamenti finalizzati a «rendere l’acqua grezza (prelevata alla fonte) adatta al consumo umano». Complessivamente, comunque, si parla di un’acqua di buona qualità: «I dati analitici forniti dai nostri laboratori – spiegano dal Gruppo Cap – confermano che l’acqua del rubinetto è di ottima qualità e con una dose equilibrata di sali minerali e sostanze disciolte, nel rispetto della normativa vigente».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 28 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore