Quantcast

Nerviano parla di futuro davanti ad un caffè tra nuove scuole in via Roma, medici di base e associazioni

Il sindaco Daniela Colombo ha incontrato i cittadini davanti ad un caffè per presentare gli obiettivi strategici per Nerviano. Critiche dall'opposizione

Nerviano obiettivi strategici 2022-2026

Metti una sera un caffè con il sindaco per parlare del futuro di Nerviano. Daniela Colombo, da sette mesi prima cittadina del paese, ha scelto una tazza di caffè e un dolce nel chiostro dell’ex Monastero degli Olivetani per incontrare i “suoi” cittadini, rispondere alle loro domande e fare il punto della situazione rispetto agli obiettivi strategici messi in cantiere dall’amministrazione comunale da qui al 2026.

A partire dalla partecipazione al progetto ELoGE per la buona governance democratica per arrivare al problema dell’“emorragia” di medici di famiglia, un male ormai endemico in tutto il nostro territorio che Piazza Manzoni vuole provare ad arginare rendendo attrattivo il paese per i giovani medici: «Non abbiamo nessuna leva per spingere i medici a stabilirsi sul territorio dal momento che la medicina generale è governata da enti sovracomunali che lavorano per ambiti – ha sottolineato la prima cittadina -: per avere nuovi medici in paese quello che possiamo fare è renderlo appetibile e già tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo inizieremo a realizzare una struttura in grado di accoglierli per mitigare il rischio di perdita».

Nerviano obiettivi strategici 2022-2026

Il tutto passando per politiche giovanili in grado di proporre non solo attività “accattivanti” come il Big Bang Music Fest ma anche di «avviare processi educativi in ambito scolastico», per l’efficientamento energetico e la riqualificazione del territorio anche attraverso la partecipazione a bandi per «cercare fonti di finanziamento alternative alla fiscalità locale» – come ad esempio quelli a cui il comune si è già “candidato” per il parco del laghetto e quello per l’installazione di colonnine elettriche -, per la connessione delle piste ciclabili del territorio che già nel 2022 vedrà partire i primi progetti, per il restyling del centro cittadino per incentivare l’economia locale e per l’innovazione tecnologica «non fine a sé stessa ma come strumento, ad esempio con un nuovo sito istituzionale del comune per permettere di accedere agevolmente a informazioni e servizi». Spingendo anche sul potenziamento della collaborazione con le associazioni culturali, rispetto al quale è stata riavviata la collaborazione con l’Università della Terza Età con conferenze e a breve anche corsi e sono in programma incontri con gli autori, concerti di musica leggera e musica classica, spettacoli teatrali e in generale «un paniere in grado di soddisfare tutti i palati».

Sarà probabilmente il nuovo campus scolastico di via Roma, però, il progetto chiave del mandato dell’attuale maggioranza alla guida del paese: si parla infatti di un intero plesso composto da scuola primaria, scuola secondaria di primo grado e due palestre da abbattere e ricostruire in una chiave più al passo con i tempi. «Questa scuola a Nerviano serve: è un progetto sul quale puntiamo tantissimo, molto ambizioso, e stiamo cercando tutte le fonti di finanziamento che ci consentano di mitigare l’impatto economico. I ragazzi che dopo la scuola elementare si allontano dai plessi cittadini sono intorno al 25%, vanno via da Nerviano perché le scuole sono improponibili. Perdiamo un indotto di giovani che non fanno sport a Nerviano, non si relazionano a Nerviano, vanno via dal nostro territorio: una struttura adeguata ad accoglierli è fondamentale, e dobbiamo fare in modo che studino in ambienti idonei».

Nerviano obiettivi strategici 2022-2026

La scelta di incontrare i cittadini davanti a caffè e dolci non è piaciuta all’opposizione: «Naturalmente rinuncerò volentieri al buon caffè e al dolcetto – ha commentato l’ex primo cittadino sui social a proposito dell’invito a partecipare alla serata -. Non mancheremo di discutere e di dare il nostro contributo, come sempre fatto, quando queste proposte si concretizzeranno nelle commissioni consiliari e in consiglio comunale. Prima non abbiamo la minima intenzione di essere comparse sul palcoscenico dell’autocelebrazione e della propaganda. Lasciamo la scena volentieri ad altri».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore