Quantcast

“Non ci sono parole che possono spiegare il dolore per la scomparsa di Stefano Martolini”

Vito Bernardi è conosciuto per la profonda passione per il ciclismo e per conoscere ogni personaggio che lo anima. In questo servizio, il ricordo del direttore sportivo con un passato alla Busto Garolfo deceduto nel tragico incidente di domenica scorsa

stefano martolini

Vito Bernardi, oltre ad essere un giornalista e amico di storica data, è apprezzato per la profonda passione per il ciclismo e per conoscere ogni personaggio che lo anima. Dal professionista grande campione al dilettante più giovane, dal dirigente più noto al tecnico meno conosciuto. La tragedia di domenica con l’incidente in cui ha perso la vita Stefano Martolini ha colpito profondamente Vito. Oggi, riceviamo queste sue note che pubblichiamo con assoluto piacere.

Quando conosci una Persona, la vedi e l’apprezzi professionalmente, vedi quanto sia stimata e apprezzata per la sua professionalità, è facile trovare le parole adatte a presentarla a chi non la conosce.
Ma quando, di quella stessa Persona, devi parlarne in seguito ad una tragedia che lo ha colpito con la perdita della vita beh, allora quasi non riesci a pensare a cosa e come scriverlo.
Parliamo di Stefano Martolini giovane tecnico di ciclismo con licenza di Direttore Sportivo alla guida dei corridori della prestigiosa squadra ciclistica “Viris Vigevano” deceduto mentre assisteva alle fasi conclusive della gara denominata 40° Due Giorni Marchigiana abbinata al Trofeo Città di Castelfidardo.
Mancavano circa 400 metri alla linea del traguardo e Stefano aveva terminato il suo lavoro da quella posizione dove era rimasto tutta la gara sia per osservarne le fasi che per dare eventuale assistenza agli atleti nonché i necessari rifornimenti alimentari.
Ed è proprio qui che si è verificato il tragico incidente tra il corridore Nicola Venchiarutti (nato a Tolmezzo il 7.10.1998) impegnato nello sprint finale a ranghi compatti e che, sbandando, è andato ad impattare contro Martolini che è deceduto sul colpo.
In quel tratto non erano posizionate transenne perché sono obbligatorie da qualche decina di metri più avanti inoltre la via Recanatese (viale dell’arrivo) è abbastanza larga ed anche il marciapiede, situazioni oggettive abbastanza nella norma ma, quando ci si mette il destino non c’è alternativa, non c’è ragione che tenga.
Oggi non solo l’Altomilanese ma tutto il ciclismo piange la scomparsa di Stefano Martolini, 41 anni di Santo Stefano Ticino.
Chi lo ha conosciuto da vicino come Marino Fusar Poli presidente della SC Busto Garolfo non trova parole per esternare il suo dolore; ha avuto Martolini come direttore sportivo della Busto Garolfo per alcuni anni ed ha lanciato al professionismo alcuni giovani della nostra zona come Matteo Moschetti alla Trek-Segafredo, Andrea Piccoli alla Gazprom-Rusvelo Giacomo Garavaglia tanto per citare i più recenti e tutti magentini.
Garavaglia, ma guarda il destino è compagno di squadra di Nicola Venchiarutti alla Work Service-Vitalcare-Videa.
Andrea Piccoli invece era approdato al professionismo nel Team Astana poi per motivi che non conosco ha preferito cambiare squadra e Martolini gli ha subito teso la mano tesserandolo per la Viris-Vigevano venendo gratificato con alcune vittorie che gli aprirono le porte della squadra russa Gazprom-Rusvelo dove però è incappato nelle problematiche delle sanzioni contro la Russia che di fatto hanno messo in stand bay tutto lo squadrone russo e Stefano Martolini nemmeno in questo frangente ha abbandonato il suo corridore che ha espresso così il suo dolore : “Stefano non era solo un Direttore Sportivo ma anche un grande Amico e, sportivamente parlando, Stefano era il corridore in più che ti stava vicino in tutti i momenti dalla partenza all’arrivo.
Stessi concetti sono stati espressi da Giacomo Garavaglia e da Matteo Moschetti che dopo avere subito un gravissimo incidente di corsa in Francia all’Etoiles de Besseges per la gravità delle numerose fratture subite ha dovuto percorrere un lungo cammino di riabilitazione fisica trovando in Stefano Martolini sempre un Amico disinteressato e vicino con consigli ed incoraggiamenti.
Da ultimo ancora Marino Fusar Poli che lo ha avuto anche come Collaboratore e Direttore di Riunione delle gare sulla Pista di Busto Garolfo e Organizzatore della prestigiosa Tre Sere che si disputa annualmente sul tondino del Velodromo Battaglia di Busto Garolfo.
La data dei funerali non si conosce ancora perché la Salma è custodita nella camera mortuaria degli Ospedali Riuniti “Le Torrette” di Ancona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in quanto il dott. Andrea Laurino, PM della Procura della Repubblica di Ancona ha aperto un fascicolo come Atto dovuto. Le condizioni del corridore Venchiarutti sono abbastanza stabili ed è stato sottoposto ad un intervento di chirurgia neurologica presso l’Ospedale delle Torrette (Ancona) con esito positivo ma la prognosi resta al momento riservata. Il Team Manager della Work Service, Demetrio Iommi, a nome di tutti i Tecnici, Personale e Corridori, partecipano al grave lutto che ha colpito il Team Viris Vigevano e, soprattutto, ai Famigliari di Stefano Martolini.
Vito Bernardi

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore