Quantcast

Matteo Matteucci è il candidato della lista civica di centrodestra “Canegrate nel cuore”

Trentacinque anni, medico cardiochirurgo a Varese, Matteucci si è presentato alla guida della lista civica senza di centrodestra senza simboli di partito. Tra le priorità il rilancio di piazza Matteotti

Matteo Matteucci

È Matteo Matteucci il candidato del centrodestra a Canegrate. Trentacinque anni, medico cardiochirurgo a Varese, papà di un bimbo di un anno, si pone alla guida della lista civica “Canegrate nel cuore”, «movimento mette al suo centro le persone».

Un solo logo, che riporta un cuore e il nome del candidato e nessun simbolo di partito anche se il loro sostegno «è ben accetto»: «Teniamo a precisare che la nostra è la lista civica delle persone che hanno nel cuore Canegrate  – ha esordito Matteucci durante la presentazione della sua candidatura al centro Cartabia, alla presenza degli attuali consiglieri di centrodestra in consiglio comunale -. Sarà la lista alternativa alla sinistra, che ha candidato Matteo Modica. Un progetto che mira a rilanciare Canegrate e che ho accettato di guidare dopo avere visto l’entusiasmo delle persone che mi hanno coinvolto in questa nuova sfida. Non avremo nella lista simboli di partito anche se mi auguro l’unità del centrodestra».

Matteo Matteucci

Già consigliere comunale di opposizione come rappresentante della lista civica “Nuova Canegrate”, prima dal 2012 al 2017 e poi nel 2020, anno in cui si è dovuto dimettere per svolgere al meglio la sua professione di medico in prima linea contro il Covid, Matteucci è attivo anche nel sociale come presidente “Sorriso – Vita e Salute” e fa parte del consiglio di amministrazione dell’asilo Gajo. «La politica ha  rappresentato per me una forte passione fin da quando ero studente al liceo Galilei di Legnano», ha sottolineato l’aspirante sindaco che ha avuto una sola tessera di partito in passato, quella del Popolo delle Libertà: «Sono sempre rimasto in un’area politica moderata di centrodestra ma senza più tessere di partito»

Desideroso di fare diventare Canegrate «un paese più vivo, giusto e sicuro», il candidato mette tra le priorità il rilancio di piazza Matteotti: «Vogliamo farla rivivere con eventi, manifestazioni e soprattutto con lo spostamento in questa sede del mercato cittadino. Nel primi 100 giorni, in caso di elezione, ci impegneremo a ridare splendore a questa piazza». Naturalmente determinato a vincere, il candidato non è però spaventato nemmeno da una eventuale sconfitta: «Non ci fa paura: non abbiamo alcun interesse da difendere – ha dichiarato -. Noi abbiamo stima di tutti e andiamo avanti con coraggio e passione».

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 02 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore