Quantcast

Nerviano, polemica tra l’ex sindaco e la maggioranza sulla videosorveglianza

Dopo l'atto vandalico dei giorni scorsi, botta e risposta tra la maggioranza e l'ex sindaco Massimo Cozzi sull'impianto di videosorveglianza

videosorveglianza

È polemica intorno agli impianti di videosorveglianza a Nerviano dopo che nei giorni scorsi proprio le telecamere avevano permesso alla Polizia Locale di individuare e sanzionare cinque giovani che avevano lanciato su un albero di Piazza della Vittoria un manichino in vetroresina senza testa con tanto di gonna di jeans e maglia nera con il marchio di un noto energy drink.

Lanciano un manichino su un albero a Nerviano: 5 ragazzi sanzionati dalla Polizia Locale

A fare da miccia alla querelle le dichiarazioni di Piazza Manzoni, che in quell’occasione aveva sottolineato che «l’amministrazione comunale si associa all’intera popolazione nel condannare un gesto tanto privo di senso e rassicura in merito al buon funzionamento del sistema di videosorveglianza: la memoria del server dedicato alle videoregistrazioni è stata recentemente implementata proprio per far fronte al numero importante di telecamere dislocate in diversi punti del territorio nervianese, correggendo un errore di valutazione della precedente amministrazione che, sottodimensionando l’infrastruttura, determinava di fatto l’impossibilità di mantenimento delle immagini registrate».

Affermazioni che non sono piaciute all’ex sindaco Massimo Cozzi, che ha stretto giro di posta le ha bollate come ingiustificate. «Nel ringraziare la Polizia Locale per il lavoro fatto, rispediamo al mittente le critiche dell’amministrazione comunale – ha sottolineato l’attuale capogruppo di Lega, Gruppo Indipendente Nervianese e Con Nerviano -. È doveroso ricordare che la scorsa amministrazione comunale aveva ottenuto un finanziamento di circa 64.000 euro per il potenziamento della videosorveglianza sul territorio, i cui risultati si stanno concretizzando ora. Detto questo, in passato, almeno altre due volte si era risaliti agli autori di atti di vandalismo grazie all’impianto presente in piazza della Vittoria. Dopo più di cento giorni dall’insediamento, mi concentrerei più sul fare che sulle polemiche, ma ognuno ha il proprio stile».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 14 Febbraio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore