Quantcast

Cerro Maggiore, 250mila euro per eliminare l’amianto dall’edificio polifunzionale di via Boccaccio

Il nuovo finanziamento ottenuto dalla Regione porta vicino a quota 800mila euro il totale delle risorse ottenute dal comune nel corso del 2021 da Stato e Regione

Comune Cerro Maggiore

Via l’amianto dalla pavimentazione dell’edificio polifunzionale di via Boccaccio dell’istituto comprensivo Strobino a Cerro Maggiore. La presenza dell’asbesto era stata rilevata attraverso dei saggi effettuati in tutte le scuole e Palazzo Dell’Acqua nei mesi scorsi aveva deciso di sfruttare l’opportunità offerta dal bando appositamente promosso da Regione Lombardia per la rimozione del materiale, per il quale non c’erano comunque rischi di dispersione dal momento che era interamente ricoperto da linoleum intatto.

Il progetto presentato da Cerro Maggiore era stato inizialmente ammesso ma non finanziato per l’esaurimento dei fondi disponibili. A metà agosto, però, il ventaglio delle proposte destinate a ricevere i contributi del Pirellone si era ampliato grazie ad un rifinanziamento e il surplus di risorse ha permesso anche a via San Carlo di aggiudicarsi un contributo da 250mila euro, ovvero la cifra massima che si poteva ricevere, che ora grazie al progetto definitivo c’è la certezza di poter sfruttare.

I fondi assegnati a Cerro Maggiore dalla Regione – che andranno a ridurre l’esborso richiesto alle casse comunali per il quarto lotto da 990mila euro di opere di adeguamento dell’edificio di via Boccaccio, reinserito nel piano triennale delle opere pubbliche con l’ultimo aggiornamento del piano triennale delle opere pubbliche proprio nei giorni scorsi – permetteranno di «concludere i lavori iniziati in questi anni – spiega il sindaco Nuccia Berra – e acquisire finalmente tutte le certificazioni necessarie per l’edificio multifunzionale».

«Ottenere tutti questi finanziamenti significa in primis capacità di programmare le priorità ed in seconda battuta risparmiare risorse comunali, senza diminuire la qualità amministrativa – aggiunge la prima cittadina, che ringrazia gli uffici per il lavoro portato avanti e sottolinea come i nuovi fondi portino vicino a quota 800mila euro il totale delle risorse ottenute dal comune nel corso del 2021 da Stato e Regione -. Infine dobbiamo pensare che queste risorse, che si trasformeranno in opere nei prossimi mesi, sono frutto di progetti realizzati in piena crisi Covid-19, superando le difficoltà organizzative conseguenti.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore