Quantcast

Parabiago, al via messa in sicurezza del Sempione con il rinforzo della segnaletica

Al via i lavori  per mettere in sicurezza il tratto stradale di Corso Sempione a Parabiago dove avvenne il tragico incidente in cui persero la vita Bianca Ballabio e Pietro Calogero.

Sempione Parabiago

Al via i lavori  per mettere in sicurezza il tratto stradale di Corso Sempione a Parabiago dove avvenne il tragico incidente in cui persero la vita i ventenni Bianca Ballabio e Pietro Calogero.

Attraverso una nota stampa l’amministrazione comunale fa sapere che «a seguito di attenti studi e valutazioni sulle diverse possibilità di intervento, che tengono conto anche di variabili sopraggiunte negli scorsi mesi non strettamente legate alla necessità di mettere in sicurezza la zona in cui hanno perso tragicamente la vita Bianca e Pietro, ha individuato nel massimo rinforzo della segnaletica stradale un modo per dissuadere, con maggior determinazione, gli automobilisti indisciplinati e sprezzanti del potenziale pericolo».

I lavori, iniziati il primo settembre, coinvolgeranno sia il tratto stradale in cui gli automobilisti svoltano nonostante il divieto, sia l’ingresso del supermercato.

«Più volte abbiamo sottolineato, come amministrazione comunale, l’importanza della responsabilità di chi si mette alla guida di un mezzo. Il codice della strada deve essere rispettato, è sostanzialmente un salvavita! – chiosa l’Assessore alla Sicurezza, Barbara Benedettelli -. La segnaletica esistente è già la massima espressione di un divieto di svolta, tuttavia ci siamo interrogati su come dissuadere ulteriormente gli automobilisti da
comportamenti che sento di definire criminali e abbiamo deciso – in attesa di sviluppi futuri sull’intera zona – di rendere maggiormente evidente il divieto e di creare un impedimento all’entrata al supermercato».

I lavori in questione sarebbero dovuti iniziare nel luglio scorso, ma il necessario coinvolgimento del Comune limitrofo per l’acquisizione dell’autorizzazione all’installazione di parte della segnaletica, ha richiesto di posticipare gli interventi. Gli interventi prevedono il rifacimento della segnaletica orizzontale con l’utilizzo di vernice al quarzo per rendere più visibile e riflettente la segnaletica orizzontale sia durante il giorno che la sera, segnali luminosi, frecce sul manto stradale per indicare l’obbligo di direzione, il rinforzo della segnaletica verticale per evidenziare i divieti e strutture che impediscono il passaggio attraversando da quel preciso tratto di strada.

«Ci auguriamo che a seguito di questi interventi, siano maggiormente evidenti i divieti imposti dal codice della strada in questo tratto del Sempione -dichiara il SindacoRaffaele Cucchi- ma soprattutto ci auguriamo che gli automobilisti imparino davvero il rispetto della segnaletica stradale che esiste proprio per vincolare a un determinato comportamento ed evitare sinistri mortali. Valuteremo in seguito se necessario intervenire ulteriormente».

La richiesta di messa in sicurezza di questo tratto di Sempione era stata avanzata dopo la morte dei giovani Bianca e Pietro anche in occasione di un presidio al quale parteciparono amici e parenti. L’obiettivo iniziale era quello di realizzare uno spartitraffico per il cui intervento l’amministrazione comunale aveva partecipato a un bando Regionale, ma i fondi non sono arrivati e per il momento si è deciso di intervenire con una soluzione più immediata rendendo più visibile la segnaletica.

Nuovo presidio per la morte di Bianca e Pietro, uno spartitraffico metterà in sicurezza il Sempione

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore