Quantcast

Parabiago, primi passi per il restauro della Chiesa di Sant’Ambrogio della Vittoria

L'amministrazione, in un recente incontro con l'ASST Ovest Milano, proprietaria della Chiesa di Sant'Ambrogio della Vittoria, ha discusso del recupero del bene

chiesa di sant'ambrogio della vittoria parabiago

Non solo il rilancio del poliambulatorio e i servizi sanitari territoriali sul tavolo dell’incontro tra il sindaco di Parabiago Raffaele Cucchi, l’assessore alle politiche sociali Elisa Lonati, l’assessore alla cultura Barbara Benedettelli e i vertici dell’ASST Ovest Milanese. Al centro del confronto tra il direttore generale Fulvio Odinolfi e il direttore socio-sanitario Gabriella Monolo e l’amministrazione, infatti, è finita anche la Chiesa di Sant’Ambrogio della Vittoria.

Il complesso monumentale formato da chiesa e monastero che vediamo oggi risale al ‘700 secolo, e fu costruito sulle ceneri di quello voluto dai Visconti, Signori di Milano, per commemorare la vittoria della battaglia di Parabiago, ottenuta grazie all’apparizione miracolosa di Sant’Ambrogio a cavallo. Nel 1913 è stato dichiarato monumento nazionale, status che viene riconosciuto dalle istituzioni nazionali o da altri enti amministrativi locali per significati storici, politici o culturali per la Nazione.

La chiesa, che per Parabiago è un vero e proprio “luogo del cuore”, è di proprietà dell’ospedale e l’incontro di giovedì 8 aprile è stato anche l’occasione per discutere le possibilità di recuperare e valorizzare il bene storico-culturale cercando fondi per il restauro. «Già il sindaco Cucchi aveva aperto il discorso sul monumento nazionale con l’assessore Moratti durante lo scorso incontro – ha spiegato l’assessore Benedettelli sui social a valle dell’incontro con i vertici dell’ASST -. Ora abbiamo aggiunto un ulteriore tassello avendo trovato nella direzione dell’ospedale apertura, consapevolezza del valore della chiesa e disponibilità a ricercare fondi per il restauro. Sono molto contenta di questo incontro che auspico apra una nuova fase per la valorizzazione di un monumento dall’elevato valore spirituale e culturale. Intanto la faremo rivivere questa estate con un evento in grado di suscitare forti emozioni».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore