Quantcast

Controlli per il coprifuoco a Cerro Maggiore, nessuna sanzione

Controlli a tappeto a Cerro Maggiore per verificare il rispetto del coprifuoco e delle altre nuove misure anti-Covid adottate da Regione Lombardia

Controlli per il coprifuoco a Cerro Maggiore

Controlli a tappeto a Cerro Maggiore per assicurare che in paese vengano rispettati il coprifuoco e le nuove misure “varate” dalla Regione per provare a fermare la corsa del Covid-19 dopo che in Lombardia, e soprattutto a Milano e nell’hinterland, la curva dei contagi ha ricominciato a crescere a ritmo sostenuto.

Galleria fotografica

Controlli per il coprifuoco a Cerro Maggiore 4 di 6

«Continuano i controlli anche in questo weekend molto particolare – spiega il sindaco, Nuccia Berra -. Sono appena iniziate le nuove restrizioni per tentare di controllare il diffondersi del virus ed i nostri agenti sono attivi tra i bar, nelle piazze, nelle gallerie commerciali, al circo, nei ristoranti e sulla strada. Un’attività di informazione circa le nuove normative e di controlli per l’attuazione delle nuove restrizioni. Ringrazio il comandante e tutti i nostri agenti che stanno svolgendo un lavoro prezioso al servizio di tutta la comunità, con un programma articolato di pattugliamento che va oltre il normale servizio».

Controlli per il coprifuoco a Cerro Maggiore

La Polizia Locale in questi giorni sta battendo palmo a palmo il paese spiegando le disposizioni contenute nell’ordinanza adottata dal Pirellone, specialmente per quanto riguarda bar e ristoranti, con particolare riferimento alla somministrazione di alcolici dopo le 18, alla cartellonistica prevista dalla normativa e alla certificazione degli avventori. Gli agenti del comandante Maurizio Proverbio hanno inoltre controllato alcuni gruppi di ragazzi presenti in piazza.

In paese, dopo i controlli per il coprifuoco, non è scattata nessuna sanzione: le sale slot erano regolarmente chiuse e alle 23 anche i locali di Cerro Maggiore hanno abbassato la saracinesca e la piazza si è svuotata. «Gli agenti – spiega l’amministrazione comunale – hanno registrato una particolare attenzione alle nuove normative sia da parte dei gestori, che da parte dei clienti». Anche le auto fermate ai posti di blocco – tra le quali quella di un sacerdote che stava rincasando diretto verso un comune limitrofo – si contano sulle dita di una mano e circolavano in base a motivi consentiti dalle disposizioni anti-Covid. Tutti i conducenti sono risultati negativi all’alcoltest.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Controlli per il coprifuoco a Cerro Maggiore 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore