Quantcast

Cerro Maggiore, campagna antinfluenzale al centro sportivo di via Asiago

Il "Tendino" di via Asiago è stato individuato dal comune e dai medici di base di Cerro Maggiore come struttura per la campagna antinfluenzale

vaccini apertura

A Cerro Maggiore la campagna antinfluenzale si farà al centro sportivo di via Asiago: è questa la soluzione studiata da Palazzo Dell’Acqua e dai medici di base del paese per ampliare il più possibile le possibilità di somministrazione del vaccino, che quest’anno più che mai è raccomandato alla luce della situazione sanitaria legata alla pandemia.

«Ho deciso di mettermi in gioco in prima persona ed ho accolto immediatamente la proposta dei nostri medici di base di collaborare per trovare una soluzione per ampliare la campagna vaccinale anti-influenzale di quest’anno – spiega il sindaco Nuccia Berra -. Fin dallo scorso settembre abbiamo lavorato nel silenzio, senza proclami. Nelle scorse settimane abbiamo definito con i vari studi medici l’organizzazione, visto che tutti noi ci aspettiamo un incremento delle richieste. In questi ultimi giorni stiamo sistemando i dettagli delle procedure per garantire in massima sicurezza l’affluenza organizzata delle persone. Abbiamo attentamente scelto la sede ove collocare un siffatto progetto e abbiamo individuato nella tensostruttura “Tendino” il punto migliore: facilmente raggiungibile sia da Cerro che da Cantalupo, ampio parcheggio e nessuna promiscuità con l’ambiente scolastico. Inoltre proprio nel “Tendino” abbiamo appena cambiato la centrale termica, obsoleta e non funzionante, con una caldaia nuova ed efficiente».

«In qualità di gestori dei centri sportivi abbiamo accettato volentieri di collaborare per questo progetto – le fa eco Roberto Grimoldi, gestore dell’impianto e presidente dell’ASD Virtus Cantalupo -. Ho partecipato a tre riunioni un cui si sono definiti tutti i dettagli. Speriamo che la situazione non peggiori per non pregiudicare il lavoro fatto fino ad oggi. Sono molto soddisfatto che lo sport si renda disponibile per la collettività, in un eccellente circolo virtuoso».

Quella scelta dall’amministrazione, per le forze politiche di maggioranza, era l’unica soluzione possibile. «Fin dal primo giorno abbiamo dimostrato e richiesto collaborazione, ma la risposta ottenuta è stata la sterile polemica politica – sottolineano Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega -. Amministrare significa agire nell’interesse del cittadino, certamente con un programma ben definito, ma il nostro sindaco ha impostato il suo mandato amministrativo sull’ascolto, sulla trasparenza e sui fatti concreti. La proposta di utilizzo delle palestre scolastiche è assolutamente improponibile e assurda per ragioni di tempo e di pericolo, per la promiscuità con la scuola. Se aggiungiamo il problema dei parcheggi disponibili capiamo quanto inattuabile sia un simile progetto.  Sulla problematica coronavirus più volte abbiamo chiesto collaborazione, ma sono arrivati solo articoli sul giornale. È un peccato sprecare il tempo in questo modo, perché uniti si può fare meglio e di più».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 23 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore