Quantcast

Falchetto salvato dalla Protezione Civile, è al WWF di Vanzago

Il volatile che era rimasto "investito" da un'albero caduto a terra lo scorso sabato 3 ottobre è stato affidato alle cure del “Centro Recupero Animali Selvatici”

falchetto salvato dalla prociv legnano

Sta bene il piccolo falchetto lodaiolo soccorso durante il maltempo dalla Protezione Civile di Legnano. Il volatile era stato “investito” da un’albero caduto a terra lo scorso sabato 3 ottobre. Ed è stato poi affidato alle cure degli esperti del “Centro Recupero Animali Selvatici” dell’Oasi WWf di Vanzago. Realtà che nonostante l’emergenza sanitaria ha continuato ad accogliere e soccorrere animali feriti.

«Durante il lockdown – ci raccontano dal Cras – è stato registrato un lieve calo di accessi, ma già nella fase due il ritmo è tornato alla normalità». Contando anche il falchetto lodaiolo il centro ha ricoverato 3mila e duecento animali tra cui anche un cervo.

Il periodo di maggior attività è dall’inizio della primavera sino alla fine dell’autunno. E proprio per far conoscere l’attività del centro vengono organizzati eventi come il rilascio in libertà nel “Bosco Wwf di Vanzago”, tutti gli ospiti curati come ad esempio i 10 ricci che saranno rimessi in libertà questo sabato 10 ottobre.

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 08 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore