Gli studenti ACOF riflettono e scrivono sul Coronavirus

Il prossimo numero della rivista scolastica sarà dedicato all’esperienza che stanno vivendo

[pubblicita]Nel mese di aprile uscirà il numero 8 di MEGA, la rivista scolastica della scuola professionale ACOF di Borsano.  Non andrà in stampa, per la prima volta, ma si troverà online sui vari canali social della scuola e della rivista.

“Sarà un numero speciale che verterà sull'esperienza che tutti stiamo vivendo, vista, elaborata, approfondita dal punto di vista dei ragazzi. Si parlerà di FAD e di come sia radicalmente cambiata la vita di tutti ma, in particolare la loro, si raccoglieranno testimonianze, esperienze ed esperimenti di resilienza domestica, cercheremo di rendere la visione del mondo ai tempi del Coronavirus attraverso gli occhi dei ragazzi” racconta Oliva Boles, direttrice dell’istituto ACOF.

L’idea per questa edizione è di dare risalto alle riflessioni dei giovani su questo particolare e delicato momento, ma anche mostrare le loro doti artistiche attraverso disegni, manufatti e fotografie.  

Si parlerà anche di social, delle belle idee ai tempi del #iorestoacasa , di confronto tra ieri e oggi, di dimensione familiare.

MEGA è nato nel 2015 da un’idea di un’insegnante di italiano, Julia Pescatore, e dagli alunni del corso di grafica che quell’anno lavoravano sul fumetto e avevano voglia di pubblicare i loro disegni e vederli stampati, per respirare ancora il profumo della carta, anche ai tempi del mondo digitale.

MEGA staper Moda Estetica Grafica Acof, come le filiere della scuola e  il nome  è stato ideato da Jacopo Gandolfo, un alunno del corso di operatore grafico audio video di qualche anno fa, scelto tra oltre 70 proposte pervenute in un contest  tra gli allievi della filiera.

“Il progetto è nato per dare la parola agli studenti per presentare diverse tematiche, per aprire le porte al confronto e alla collaborazione tra le diverse classi e filiere formative della scuola, ma anche per leggere curiosità e news dalla Young generation”  spiega la prof.ssa Pescatore che guida la rivista da cinque anni.

“E’ nato come una sperimentazione destinata a finire quell’anno,  invece gli studenti degli anni successivi hanno tenuto in vita il progetto e io continuo a seguirlo con gioia e soddisfazione, potendo  mostrare i talenti  dei nostri ragazzi”.

Dal 2015 vengono realizzati e stampati due numeri l’anno, in modo che gli allievi seguano il progetto dalla riunione di comitato di redazione alla bozza, dall’impaginazione alla stampa tipografica, occupandosi anche della scelta della carta, anche se dal 2018 la rivista viene stampata su carta riciclata al 100%, rispettando la sensibilità alla sostenibilità ambientale che contraddistingue la scuola, certificata “green school”.

La rivista è sempre stata realizzata interamente dagli allievi cheprogettano, scrivono, disegnano, fotografano e impaginano, dando vita così a un lavoro che è un’unita di apprendimento, ma che rappresentaanche  uno spazio di condivisione.Alcuni insegnanti ricoprono il ruolo di caporedattori, correggendo le bozze e coordinando il lavoro dei ragazzi, mentre la bozza finale viene vagliata dalla direttrice della scuola Oliva Boles.

Per ogni numero viene selezionato un gruppo di impaginatori tra gli studenti del terzo e del quarto anno del corso di operatore  e tecnico grafico che si occupa del progetto grafico e delle fotografie.

Altri studenti vengono di volta in volta selezionati da tutte le classi della scuola per diventare redattori e scrivere articoli per la propria sezione.

La rivista è divisa in tre sezioni: Moda, Estetica, Grafica e Acof, quest’ultimoè uno spazio aperto di “non solo scuola” che ospita gallerie fotografiche, contest o altro.

Gli studenti del corso di operatore dell’abbigliamento scrivono delle tendenze moda del momento e disegnano alcuni figurini per la sezione “Moda”,  gli operatori del benessere si occupano dei consigli di bellezza e del corretto utilizzo dei prodotti, mentre i ragazzi del corso di grafica parlano di cinema, di fotografia e  di news dal mondo hi-tech. 

Il numero speciale sarà disponibile alla fine di aprile in versione online sulla pagina Facebook di ACOF (ACOF Estetica Moda Multimedia) e sulla pagina Facebook  della rivista (MEGA ACOF).

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 02 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore