Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

San Giorgio in festa per la "Giornata del merito scolastico"

San Giorgio su Legnano in festa per i "suoi" studenti. Venerdì 22 marzo, infatti, il PalaBertelli ha accolto 103 giovani sangiorgesi per la "Giornata del merito scolastico".

Ed è un merito non solo strettamente scolastico, quello che ha trovato riconoscimento nella cerimonia: insieme agli studenti più brillanti, infatti, sono stati premiati anche tutti quegli studenti che hanno avuto «una significativa progressione nel profitto scolastico» e «una particolare attitudine alla collaborazione ed all’aiuto verso i propri compagni di classe». 

Due le frasi scelte dall'amministrazione a mo' di incoraggiamento per i propri giovani talenti, che hanno trovato spazio su ciascuno degli attestati distribuiti: «Il miglior riconoscimento per la fatica fatta non è ciò che se ne ricava, ma ciò che si diventa grazie a essa» (John Ruskin) e «Si ama alla fine il frutto della fatica che abbiamo fatto, perchè sappiamo che tramite essa abbiamo costruito qualcosa e raggiunto uno scopo».

Durante la serata sono stati consegnati anche 65 assegni di studio, per una cifra complessiva di circa 3mila euro (18 da 30 euro per gli studenti della scuola secondaria di primo grado, 18 da 45 euro a favore degli studenti della scuola secondaria di secondo grado, 3 da 70 euro per gli studenti che hanno conseguito il diploma di maturità, 7 da 83 euro per gli studenti che hanno conseguito la laurea triennale, 8 da 96 euro per gli studenti che hanno conseguito la laurea magistrale e 3 da 30 euro a favore degli studenti della scuola secondaria di primo grado appartenenti alla rosa degli 8 studenti segnalati dal collegio docenti).

«Bella serata con protagonisti i nostri ragazzi che si sono distinti nei rispettivi percorsi scolastici - commenta l'assessore all'istruzione Claudio Ruggeri -, con gli spalti del PalaBertelli gremiti dagli studenti e i loro parenti che durante l'ora e mezza della cerimonia hanno goduto anche dell'intrattenimento musicale degli allievi della scuola di musica Paganini».

(Leda Mocchetti)