Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Taglio del nastro in arrivo per la nuova Piazza Lombardia

Les jeux sont faits: Piazza Lombardia è stata riaperta al pubblico ed è già stata – con l’apprezzamento dei bustesi - teatro di alcuni eventi cittadini, come “Shopping con Gusto” (qui il servizio) e le celebrazioni per il 25 aprile (qui il servizio). E allora cosa manca? Il taglio del nastro, che è in programma per domenica 21 maggio, nell’ambito di una due giorni di manifestazioni organizzate per dare come si deve il benvenuto al nuovo “cuore pulsante” del Paese.

«I lavori di riqualificazione di Piazza Lombardia – commenta il sindaco di Busto Garolfo Susanna Biondi - rappresentano un progetto per noi importantissimo, e, dopo la conclusione dei lavori, possiamo dire di essere molto soddisfatti del risultato finale. Il pensiero fin dall’inizio è stato quello di poter riavere una piazza, un cuore per il Paese, per vivacizzarlo e favorire la socializzazione».

Un risultato, quello della riqualificazione del centro cittadino, che è stato possibile ottenere cogliendo al volo un’opportunità offerta dalla legge di stabilità 2016, approvata il 28 dicembre 2015. «Quella legge - chiarisce l’assessore al bilancio Andrea Milan - dava la possibilità di non considerare, ai fini del patto di stabilità, le spese del fondo pluriennale vincolato per investimenti coperte da avanzo. Già da ottobre, quando hanno iniziato a circolare le prime bozze della legge, ci siamo attivati per individuare le opere con le caratteristiche necessarie: bisognava, infatti, che si trattasse di opere già quasi pronte da “cantierare”, con un iter di avvio già avanzato. Purtroppo quest’anno la legge offre questa possibilità solo in termini molto più limitati, e quindi dovremo ricorrere ad altri mezzi».

Piazza Lombardia è certamente il risultato più visibile di quanto si è potuto realizzare grazie alle opportunità offerte dalla legge di stabilità, ma non l’unico: grazie a questa chance, infatti, hanno visto la luce la nuova aula magna della Scuola Caccia, è stata riqualificata ed implementata l’illuminazione pubblica, è stato realizzato un parco giochi attrezzato in via Pascoli ed è stato possibile intervenire sull’area feste del parco comunale e sulla centrale termica del Centro Socio Sanitario.

Ad occuparsi della progettazione del nuovo centro cittadino sono stati gli stessi tecnici comunali, «in discontinuità con le scelte di chi ha amministrato prima di noi – come sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Rigiroli -, che invece in altre circostanze ha preferito incaricare professionisti esterni, non dando fiducia al personale interno. Scelta che, naturalmente, ha avuto un impatto anche in termini economici, soprattutto quando al progetto non è seguita poi la realizzazione. Non si è trattato di una progettazione facile, perché non è bastato cambiare la pavimentazione della piazza, che aveva anche problemi strutturali. L’intervento, quindi, in prospettiva, porterà un risparmio alle casse comunali, perché c’erano continui costi di ripristino senza arrivare mai alla soluzione. Ora, invece, abbiamo garanzie che quello che è stato fatto, oltre ad essere bello esteticamente, durerà nel tempo».

Costo totale della riqualificazione del manto stradale 289mila euro, con un risparmio di 113mila euro frutto del ribasso d’asta, che ha reso possibile la realizzazione di opere aggiuntive in un primo momento non previste, come la riqualificazione dei tratti iniziali di via Manzoni e di via Monti, la realizzazione di un’area giochi attrezzata e la pavimentazione della fontana.  Le “aggiunte in corsa” hanno comportato un leggero slittamento dei termini inizialmente previsti per i lavori, ma il cronoprogramma è stato sostanzialmente rispettato: «Già a gennaio – spiega il sindaco Biondi – la Piazza era parzialmente riaperta, anche se la riapertura totale è arrivata con il completamento delle opere aggiuntive». 

Ad ottobre arriverà anche il tocco finale: il monumento – interamente realizzato a mano - offerto dalla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate per il 120° anniversario, che ricorda la storia del Paese e nasce da un bozzetto creato dagli allora ragazzi della scuola media classe ’89. 

Si parte sabato sera dalle 20.00 con la "pastasciuttata" preparata dalle associazioni e la cena condivisa, accompagnata dalla coinvolgente musica di Mike Pastori & His New Dodo's, dal Rock al Jazz. Si prosegue domenica mattina alle 10.30, con il corteo accompagnato dalla Banda e il "taglio del nastro" nei pressi della nuova fontana. Alle 16.00, poi, in sala consiliare, si terrà il concerto Pianocity della Scuola Niccolò Paganini, e alle 17,00 di nuovo tutti in Piazza per lo spettacolo di bolle di sapone del Mago SAMUI, l'esibizione di danza dell'Associazione Backspin e a seguire il concerto dei TSO, rock party band degli anni '80. Durante la serata, infine, sarà possibile trattenersi per un aperitivo negli esercizi di somministrazione della piazza e ci sarà la premiazione del "Concorso Vetrine di Gusto" e del gioco "Trova il Negozio Giusto".

(Leda Mocchetti)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI