Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Big Bang Music Fest al termine, Giovani Nervianesi: "Contentissimi"

Cala il sipario sul Big Bang Music Fest di Nerviano. Dopo cinque giorni di concerti dal vivo e migliaia di persone passate dall'area verde di viale papa Giovanni XXIII, l'edizione 2019 del festival si è chiusa con il punk rock di Andead e Derozer.

«Il Big Bang 2019 è andato davvero molto bene: siamo contentissimi - ci racconta Andrea Bonin dei Giovani Nervianesi, l'associazione che tutti gli anni organizza l'evento -. Sono stati cinque giorni faticosi ma super belli, con tantissima gente dal primo giorno all'ultimo, che ha apprezzato la nostra tradizione di proporre solo concerti a ingresso gratuito. Siamo soddisfatti anche per come sono andati i pomeriggi: abbiamo avuto tanta partecipazione alle attività pomeridiane, alla sfilata di auto d'epoca di domenica, ai tornei di green volley». Per la prima volta a Nerviano, quest'anno, anche la possibilità di sottoporsi gratuitamente al test per l'HIV. Tra chi ha effettuato il test anche esponenti dell'amministrazione comunale.

Nel dietro le quinte del festival hanno lavorato ben 150 ragazzi, soci dell'associazione Giovani Nervianesi. I giovani si sono alternati su turni durante i giorni dell'evento, con la presenza in contemporanea di 60 - 70 persone. Sul palco si sono alternati invece artisti per tutti i gusti, spaziando dal rock demenziale all'hip hop, dalla serata di djset all'indie e, per chiudere, al punk.

(Chiara Lazzati)