Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Canale Villoresi: l’asciugatura totale entro pochi giorni

Procedono i lavori avviati in asciutta agli inizi di febbraio sui Navigli Grande e Bereguardo: tutti i micro-cantieri sono entrati infatti in attività tranne quello in Comune di Robecco sul Naviglio, che aprirà lunedì 18 febbraio.

Lungo il Canale Villoresi i livelli stanno progressivamente scendendo; l’asciugatura totale dovrebbe completarsi tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima. Già in corso, in alcuni tratti, i primi recuperi di fauna ittica, iniziati il 15 febbraio a Lainate e Paderno Dugnano, nel milanese.

Il programma delle attività prevede, subito dopo i recuperi, l’avvio delle attività di pulizia dei manufatti e del fondo e degli interventi manutentivi “diffusi” di riparazione infrastrutturale, oltre agli sfalci da attuare con mezzi meccanici.

Notevole, in questi giorni, è l’impegno del personale consortile proprio sul fronte dei recuperi del pesce; in poco sono stati raccolti oltre 36 quintali di fauna ittica. Domani sabato 16 febbraio e lunedì 18 le operazioni sono programmate sul Naviglio Grande, nell’Altomilanese, rispettivamente nei Comuni di Boffalora sopra Ticino e Bernate e di Robecco sul Naviglio.

Le attività si sono svolte anche in Comune di Milano, tra Conchetta e Conca Fallata. Purtroppo, sempre a Milano, in Darsena, a causa di una falla apertasi sul fondo, si è verificato un episodio – fortunatamente l’unico e relativo ad un quantitativo limitato – di “sofferenza” della fauna ittica.  Alcuni pesci sono rimasti intrappolati sotto una griglia dello scaricatore del Ticinello Residuo a causa dello svuotamento improvviso del tratto interessato dal cedimento.

Sul fatto – tempestivamente segnalato da ETVilloresi al Comune di Milano – è intervenuto il Presidente del Consorzio Alessandro Folli ai microfoni di Striscia la Notizia giovedì 14 febbraio mattina. Folli ha spiegato nel dettaglio all’inviato Edoardo Stoppa, “l’amico degli animali”, quanto accaduto presso l’area portuale milanese, sottolineandone il carattere accidentale e ricordando lo sforzo del Consorzio e del suo personale a favore della tutela della fauna ittica durante ogni asciutta.