Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

In 50 al Raduno degli arbitri di calcio

Come di consueto, si è tenuto a Legnano il raduno pre-campionato per tutti gli arbitri della sezione legnanese. La mattina, con appuntamento al campo di via Pace, gli associati presenti, una cinquantina, sono stati sottoposti ai test atletici che comprendevano lo scatto sui 40 metri e il test Yo-Yo, ben organizzati collega nazionale Fabrizio Giorgi (assistente in Lega-PRO)  e poi gestiti ottimamente dai colleghi Carsenzuola , Re Depaolini , Negri, Airaghi, Stabilini e Velastegui .  Dopo i test e la doccia, lezione tecnico-pratica sul terreno di gioco per un ripasso sui posizionamenti statici, il tutto sotto la supervisione del presidente sezionale Giuseppe Lattuada impegnato fin dal primo mattino affinché tutto si svolgesse correttamente e nei tempi prestabiliti. Contestualmente nei locali della sezione una quindicina di osservatori arbitrali erano impegnati a seguire la lezione tenuta da Ivan Cucco (osservatore in Serie D), riguardante le istruzioni e le modalità di compilazione della nuova relazione OA in vigore da questa stagione.

Dopo una rilassante pausa pranzo presso il ristorante “Al Borgo Antico”, trasferimento arbitri e osservatori al salone della sede sezionale per le istruzioni e test tecnici, introdotti dal saluto iniziale e dagli incoraggiamenti portati dal vicepresidente regionale arbitri Paolo Viola, ospite di una breve ma gradita visita.  A seguire illustrazione e  spiegazione delle nuove varianti regolamentari in vigore da questa stagione sportiva, contenute nella “Circolare 1-2018 IFAB” del luglio 18, e infine i quiz tecnici.

Chiusura dei lavori del presidente Lattuada, soddisfatto dell’esito di questo raduno, di buon auspicio per la stagione imminente, e sollecita il massimo impegno di tutti sia sui terreni di gioco sia nel trovare nuovi amici da portare ai corsi arbitri.

Cesare Zoia