Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Niente più caccia nella storica area della "Foppa"

(g.s.) - Caccia vietata nella "Foppa", ossia l'area umida che si trova nel Parco dei Mulini.

A darne notizia è stata, in questi giorni, l'associazione "Olona Viva" che gestire l'area, che è di proprietà comunale.

«In questi giorni ci siamo messi al lavoro nel posizionare i cartelli di divieto di caccia, che nascono da un nuovo provvedimento della Provincia di Milano - annuncia il presidente dell'associazione Davide Denti -. Il divieto è nato grazie a una nostra richiesta e ringraziamo l'amministrazione comunale, Dario Iraga e Raul Del Santo del Parco dei Mulini per il supporto che ci hanno fornito. Il nostro obiettivo è quello di far diventare la Foppa un'area umida dove si possa fare 'Bird-watching' ossia l'osservazione di uccelli e sede di visite di scolaresche. Ci pareva assurdo far cacciare qui, in una zona che di fatto è una piccola porzione di terra, tra le case e con gente che va a spasso portando i cani. Capiamo che, così facendo, si toglie uno spazio alla caccia ma lo facciamo per salvaguardare questa zona verde».

L'associazione è contenta del lavoro svolto finora: «La Foppa è ora una bella zona umida - afferma Denti -: ci sono anatre, ciuffetto, aironi, gallinelle d'acqua, pesci, la superficie dell'acqua è ricoperta di lenticchie d'acqua, il canneto si è ripreso alla grande e cresce anche una varietà di papiro. Ricordiamo che, alla Foppa, viene anche la Lipu (Lega italiana protezione uccelli), per fare sopralluoghi».

Denti e il suo gruppo hanno già in mente la prossima iniziativa: «Chiederemo un'ordinanza per vietare il passaggio dei cani nell'area della Foppa».

(Gea Somazzi)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI