Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

RESCALDINA: ELOGIO AL "BUON CITTADINO"

(v.a.) - Questa mattina il sindaco di Rescaldina, Paolo Magistrali, ha incontrato in sala giunta, Mirko Rosa, il titolare di una nota catena di vendo e compro oro passato alla ribalta della cronaca nazionale per avere istituito la taglia da 50 mila euro sul killer della gioielliera di Saronno.

L'imprenditore è anche l'artefice di una serie di campagne pubblicitarie circolate nei Comuni dell'Alto Milanese a sfondo razzista e inneggianti la pena di morte. 

Motivo della visita? Il sindaco ha voluto ringraziare pubblicamente il concittadino (Mirko Rosa è originario di Rescaldina) per l'iniziativa della taglia e per alcune azioni benefiche che la sua azienda di compro oro intende attuare sul territorio, tra queste la donazione di defibrillatori per le strutture comunali: "Il sindaco ha voluto incontrare il mio cliente - spiega il legale di Rosa, Stefano Colombetti - per ringraziarlo personalmente come suo concittadino per avere contribuito con un segno tangibile alla cattura di un delinquente. Stiamo pensando inoltre di istituire un tavolo tecnico per capire quale potrebbe essere l'apporto della cittadinanza in aiuto alle forze dell'ordine nel controllo del territorio". Un altro tavolo tecnico sarà istituito per stabilire a chi spetta il premio di 50mila euro. 

Nel corso dell'incontro l'imprenditore ha contestato anche l'atteggiamento del sindaco di Saronno, Luciano Porro, che ha vietato la circolazione sul territorio comunale dei manifesti di Mirko Rosa sulla caccia all'assassino. 

Immediate le reazioni delle opposizioni del Comune di Rescaldina. Ascoltare Rescaldina, espressione della lista civica "Vivere Rescaldina"  si schiera contro l'iniziativa ponendo al sindaco Magistrali una serie di domande: "Chi rappresenta ormai il nostro primo cittadino?"; "Parla a titolo personale o per l'intera amministrazione? Cosa dice la Lega delle sue posizioni? Cosa pensano gli altri assessori?". Domande in attesa di risposta.

(Valeria Arini)