Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

I NO ELCON OCCUPANO IL COMUNE DI CASTELLANZA

Sono entrati nell'atrio del municio di Castellanza alle 10  e hanno comunicato che non se ne sarebbero andati fino a quando non non avessero avuto i documenti richiesti su progetto Elcon:  nella mattinata di sabato una quindicina di attivisti di "Assemblea Popolare"  ha occupato il Comune e lo ha lasciato solo dolo avere trovato un accordo con l'amministrazione comunale. 

La richiesta, scritta e relativa agli atti sulle integrazioni che Regione Lombardia ha chiesto a Elcon sull'impianto di smaltimento di reflui chimici che la società israeliana vorrebbe realizzare nel Polo Chimico, è stata presentata da un cittadino a tutela della sua salute. La risposta del Comune è stata però  negativa "perchè l'interesse non è stato dimostrato l'interesse giuridico".   

Da qui la protesta degli attivisti dell'Assemblea Popolare: "Sono documenti pubblici - ha spiegato una portavoce -  abbiamo seguito la corretta procedura e non capiamo perchè non possiamo accedervi. Questo è abuso d'ufficio"

I manifestanti sono rimasti nell'atrio del municipio per più di due ore alla presenza di Polizia e Carabinieri. In tarda mattinata sono quindi intervenuti  il vice Sindaco Luca Galli, il presidente del Consiglio Comunale Alfredo Cerini e l’assessore Maurixio Frigoli: i politici hanno spiegato loro che il segretario comunale non ha ricevuto comunicazione dalla Regione per poter rendere pubblici quei documenti ma hanno concesso per lunedì mattina un incontro tra una delegazione dell’Assemblea Popolare e lo stesso segretario comunale per chiarire la situazione. Solo a quel punto i no Elcon hanno lasciato Palazzo Brambilla

"Elcon - hanno spiegato gli attivisti - dovrà presentare le integrazioni al progetto dell'impianto di smaltimento richieste dalla Regione nell'ultima conferenza dei servizi questo lunedì". Ricordiamo che le amministrazioni comunali hanno espresso parere negativo sull'impianto e che l'iter sta andando avanti in Regione Lombardia. 

(Valeria Arini)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI