Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Chiude il bar del Comune: i dipendenti non ci stanno

Chiude lo storico bar all'interno del Comune di Legnano. I dipendenti non ci stanno e hanno protocollato una petizione per far recedere l'amministrazione dalla decisione adottata. 
Lo svela un comunicato diffuso nella serata di domenica dalla consigliera comunale ex PD, Tiziana Colombo. Di seguito, le sue considerazioni. 


Un paio di giorni fa sono venuta a conoscenza di una petizione protocollata il 9 Gennaio ,con più di trecento firme, atta a contrastare la decisione dell'amministrazione comunale di non rinnovare il contratto di locazione dei locali all'interno di Palazzo Malinverni adibiti a Bar e sede del CRAL.  Mi risulta che nessun consigliere comunale sia stato messo a conoscenza di questa decisione, che io ed altri colleghi, sentiti in questi giorni, non condividiamo nè nella forma nè tantomeno nella sostanza. Invito formalmente l'amministrazione a recedere da questo intento, in caso contrario mi faró promotrice insieme ad altri colleghi, di una mozione in consiglio comunale. 

Consigliere comunale Tiziana Colombo


Qui sotto un'immagine della petizione pubblicata in serata sulle pagine Facebook. I commenti incominciano ad alimentare qualche polemica, specie tra chi insinua l'esistenza, tra i motivi della chiusura, del desiderio di eliminare un luogo di confronto e di discussione, ma anche quello di favorire l'espandersi di macchinette e distributori.