Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"MAI CONTATTATI PER IL TERRENO DELLA CHIESA PONZELLA"

"Da quando abbiamo acquistato l'area, nessuno ci ha mai contatto per una trattativa. Nè rappresentanti della passata Giunta Vitali e neppure quelli dell'attuale amministrazione guidata dal sindaco Centinaio".

Così, oggi pomeriggio, i soci della Immobiliare Verrocchio hanno voluto far sentire la loro voce, una volta apprese le considerazioni dell'assessore Antonio Ferrè, a seguito di una lettera pervenuta in redazione e con la quale veniva chiesto di nuovo un intervento del Comune per restituire al quartiere il terreno accanto alla chiesa della Ponzella, di cui appunto la società con sede a Milano è proprietaria.

"Quando abbiamo acquistato l'area nel 2010 dalla contrada S.Bernardino - spiegano dall'Imm. Verrocchio - non sapevamo assolutamente di tutti i problemi a monte. Solo dopo un incontro con il parroco di san Paolo, don Luigi Poretti, siamo venuti a conoscenza della delicata situazione nei rapporti tra abitanti e contrada. Non lo neghiamo: ci siamo sentiti presi in giro".

E adesso: "Se il Comune, come scrive l'assessore Ferrè, ritiene ancora aperta la possibilità di una trattativa con noi - rispondono gli amministratori dell'Immobiliare - benissimo, noi siamo qui. Anche noi aperti al dialogo, al confronto, a una trattativa che rispetti il luogo come desiderano gli abitanti, ma anche i nostri diritti regolarmente acquisiti anche qualcuno si è preso gioco della nostra buona fede".