Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

IL MUSEO SUTERMISTER TRASLOCA MA NON VERRA' VENDUTO

jubilate_big2.gif
CONSIGLIO COMUNALE: MUSEO E COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA'
2310_foto.jpg L'edificio che contiene il Museo Sutermeister di Legnano non sarà messo in vendita. La comunicazione, questa sera, durante la seduta del consiglio comunale, a cura dell'assessore al bilancio e alla cultura, avv. Maurizio Cozzi, intervenuto per rispondere a una specifica interrogazione proposta da Insieme per Legnano in merito ai programmi del Museo. Interrogazione, secondo Cozzi, che in realtà mirava invece a conoscere la futura destinazione dell' edificio con le sale museali.
Ricavato in un edificio che riprende la pianta della dimora quattrocentesca di una delle nobili famiglie della zona, i Lampugnani, il Museo, ha affermato Cozzi 'non offre condizioni ottimali per esporre in maniera adeguata tutti i materiali conservati. Cinque le sale espositive per circa 250 metri quadrati. Al di là dei progetti futuri, compreso quello di trasferire le tre tele di Previati, abbiamo allo studio il trasloco dell'intero Museo al Castello dove potremmo avere a disposizione circa milla metri quadri'.

'Ma questa operazione - ha concluso Cozzi - non significa affatto che, liberato dei suoi materiali, il fabbricato oggi riservato a museo verrà messo in vendita. Destinazione che escludo nel modo più assoluto'.

In attesa di affrontare il tour de force, a metà ottobre, con almeno cinque sedute dedicate all'esame di circa 300 osservazioni e all'approvazione del PGT, stasera, momento quasi... storico con l'approvazione alla unanimità della delibera che prevede la costituzione della Commissione Pari Opportunità.

Una commissione, ha affermato Rossi (IpL), in assenza della capo gruppo Gusmeri che ne ha proposto l'istituzione,' fondamentale per tutelare una corretta applicazione delle normative in materia, ma che non deve essere vista soltanto come un istituto destinato solo a salvaguardare le donne perchè la parità va vista a 360 gradi nei confronti di qualsiasi discriminazione'. 



Free Website Counter